Messina. Ex brigadiere della Gdf arrestato per truffa

MESSINA – La Compagnia della Guardia di Finanza di Messina, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Gip Nastasi, su richiesta del Sostituto procuratore della Repubblica Monaco, ha arrestato Pasquale Triolo, 50 anni, ex brigadiere del Corpo della Guardia di Finanza ed in congedo da febbraio 2005, già in servizio nella città Peloritana  dal 1992 al 1995, protagonista di diversi episodi di truffa, millantato credito, sostituzione di persona ed insolvenza fraudolenta. Triolo, spacciandosi per Maresciallo del Corpo in servizio a Messina o presso il Gico di Catania, avvicinando di volta in volta imprenditori locali, prometteva la propria intercessione presso i superiori o direttamente presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate, paventando l’avvio di verifiche fiscali connotate da pesanti profili sanzionatori, ovvero assicurando il buon esito di quelle già in corso. Inoltre, questi ha raggirato gli anziani genitori di un giovane finanziere in servizio presso una Brigata del Corpo di confine con la Svizzera, promettendo il proprio interessamento affinché quest’ultimo ottenesse il trasferimento alla sede di Messina. Infatti, Triolo, avrebbe approfittato delle condizioni di salute degli ignari anziani, richiedendo cospicue somme di denaro per far fronte alle spese da sostenere per le trasferte a Roma necessarie per perorare la causa del figlio. Infine,  sempre qualificandosi come appartenente al Corpo e sfruttando questa immagine di se stesso, si è recato presso diversi centri di scommesse cittadini, effettuando giocate o ricariche telefoniche a credito, senza però provvedere al loro pagamento. Triolo, dopo le formalità di rito è stato accompagnato presso il proprio domicilio.

Leave a Response