Messina. Nino Muscarello in Consiglio provinciale

MESSINA – Nino Muscarello è consigliere provinciale dellUdc. Subentra ad Antonino Bartolotta del Mpa, sospeso nei giorni scorsi dal Prefetto per diciotto mesi. La nomina di Antonino Muscarello, primo dei non eletti la scorsa primavera nella lista “Autonomisti per l’Mpa” nel collegio di Taormina, è stata ratificata questa mattina in Consiglio con ventinove voti su ventinove votanti. Il nuovo consigliere provinciale, nelle elezioni del 15 e 16 giugno 2008, ottenne 903 voti nella lista “Autonomisti per l’MPA”. Muscarello come prima dichiarazione ha formalizzato la sua adesione al gruppo “UDC- Il Centro con D’Alia”. Muscarello è originario di Alì Terme ed ha ricoperto, in passato, la carica di presidente del Consiglio comunale aliese e la presidenza dell’Unione dei comuni delle Valli ioniche dei Peloritani.

”Sono principalmente gli ideali politici Dell’ UDC, i mei ideali – ha aggiunto Muscarello –  quelli cioè di una solidarietà e di un attenzione particolare nei confronti delle classi sociali piu’ deboli, della difesa della vita, di una nuova cultura del lavoro, di un fedaralismo attento alle esigenze del mezzogiorno e della Sicilia, che mi hanno portato a riprende un percorso nel quale mi ritrovo idealmente, e nel quale vedo quotidianamente impegnate persone, come Il senatore D’Alia, l’on Ardizzone all’Ars e l’on. Pippo. Naro in parlamento, sempri attenti ed attivi nel cercare di risolvere i problemi della nostra splendida Provincia.
”Trovo all’interno del gruppo UDC-Centro con D’Alia – ha concluso Nino Muscarello –  guidato da un giovane promettente e attivo come il capogruppo alla Provincia Matteo Francilia, che, in sinergia con tutte le componenti del partito, e in particolar modo, relativamente al Collegio di Taormina, all’assessore Mario D’Agostino, un gruppo politico operativo, che  ha portato avanti in questi mesi battaglie importantii. Spero di poter dare, con il mio impegno e entusiasmo, un concreto contributo per il rilancio economico e sociale del comprensorio Jonico”.

 

Leave a Response