Taormina. L’on. Briguglio: “Non intendiamo fare sconti”

Il parlamentare del Pdl rincara la dose contro l’amministrazione Passalacqua

TAORMINA – Il PDL di Taormina mostra i muscoli. “Non intendiamo fare sconti a nessuno. Siamo su posizioni critiche nei confronti dell’amministrazione comunale di Taormina”. Lo ha detto l’onorevole Carmelo Briguglio, vice presidente dei  parlamentari del PDL e candidato sindaco alle ultime amministrative di Taormina. Il Partito della libertà, domenica mattina ha richiamato, nel Cine Teatro dell’oratorio dei Salesiani, l’attenzione di oltre 150 tra iscritti e simpatizzanti. La manifestazione era stata organizzata per mettere a punto gli organi dirigenti del circolo cittadino ma, soprattutto, per discutere sul tema “PDL Taormina, verso il congresso nazionale”. Un tema che è stato solamente sfiorato. Ne ha parlato, con una certa attenzione,solo l’onorevole Briguglio. Di fatto, nel corso della manifestazione, l’argomento più gettonato è stato l’attuale situazione politica ed amministrativa. Ne hanno parlato, soprattutto, i relatori ufficiali, vale a dire Lino Ardito, Tanino Carella, Salvo Cilona e Giuseppe Composto. Alla fine, è emerso uno spaccato delle posizioni del PDL nei confronti dell’amministrazione comunale. Posizioni che, in gran parte, sono state inserire nella richiesta alla Regione di una visita ispettiva a Palazzo dei Giurati e della quale Tele 90 da notizia in un altro articolo.
A margine della manifestazione del Partito della Libertà, abbiamo voluto raccogliere i pareri di esponenti di altri partiti su questioni legate alla recentissima attualità.
“L’UDC –sostiene il neo commissario dell’UDC cittadino, Eliglio Giardina- è fedele al programma presentato agli elettori in vista delle amministrative di giugno 2008. Non è a caccia di poltrone di assessori e non intende aderire alla maggioranza in carica”.
-Si, però, all’UDC hanno, recentemente, aderito l’assessore Vittorio Conti, e il consigliere comunale Antonella Garipoli che, non pare, intendano rinnegare il programma di maggioranza per il quale si sono espressi nelle ultime amministrative. C’è un UDC con due anime?
“La Garipoli e Conti a giugno hanno appoggiato l’elezione del sindaco Mauro Passalacqua dall’interno del gruppo “Primavera taorminese”. Anche loro, quindi, hanno vinto le elezioni ed oggi si trovano in maggioranza”.
-Ed allora?
“C’è da rilevare un particolare che serve a chiarire il tutto. “Primavera taorminese”  ed UDC hanno siglato, in campo provinciale, un patto federale. Tutto qui: siamo su posizione politiche vicine . Non c’è nessuna convergenza per quanto riguarda l’attività amministrativa a Taormina. I consiglieri comunali dell’UDC continuano a restare sulle posizioni del programma amministrativo proposto agli elettori nel 2008. Da tenere conto che tra ottobre e novembre si svolgerà il congresso cittadino. In quell’occasione si discuterà anche dei patti federativi”.
Sull’attuale situazione politico-amministrativa in seno alla maggioranza, invece, abbiamo sentito il presidente del Consiglio comunale, Eugenio Raneri.
“Presidente, cosa sta accadendo?
“Nulla di particolare. E’ in corso un confronto che vede coinvolti parti della maggioranza. Confronto non vuol dire rottura. Sta accadendo, insomma, che alcune parti della maggioranza stanno discutendo su specifici pezzi del programma per cercare di arrivare ad una sintesi. Tutto qui”.
Eugenio Raneri, intervenendo all’incontro, ha espresso la sua posizione su un argomento di grande attualità.
“Premesso che si deve continuare a lottare per riavere il nostro casinò, a proposito della richiesta del Casinò di Venezia che vorrebbe portare a Taormina una serie di giochi, a me pare –dice- che il comune di Taormina dovrebbe accettare la proposta. Non si tratta di giochi di serie B”.

Leave a Response