Chiusura Boccetta, causa collettiva contro responsabili

MESSINA – Consumatori Associati, dopo aver ricevuto centinaia di richieste di aiuto da parte di cittadini esasperati ed arrabbiati per le problematiche del traffico veicolare dopo la chiusura di una rampa del viale Boccetta, si sta mobilitando per raccogliere adesioni e predisporre, nei prossimi giorni, una causa collettiva contro chi, con dei lavori di scavo, ha determinato la disposizione del giudice sulla pericolosità della rampa. I residenti difatti, dopo la chiusura dello svincolo autostradale, che si aggiunge ai noti problemi della viabilità, hanno dovuto passare e passeranno nei prossimi giorni gran parte della giornata in auto per spostarsi da casa al lavoro e viceversa, con notevole stress e ritardi. “La nostra associazione – si legge in una nota – si batterà affinché chi ha sbagliato questa volta risponda in modo adeguato per aver messo in ginocchio una città”. L’iniziativa sarà illustrata ai giornalisti durante una conferenza stampa mercoledì 18, alle 10,30 nella nuova sede di Consumatori Associati in corso Cavour, n. 171.
“La nostra associazione – spiega Consumatori Associati – ha già ottenuto in passato un buon risultato con la causa che residenti, commercianti e enti istituzionali di Scaletta e  Itala  hanno presentato contro l’Anas, chiedendo 50 milioni di risarcimento per il blocco della strada statale 114 dopo una frana a Capo scaletta per oltre 40 giorni. In quel caso infatti, l’Anas ha già chiesto alle assicurazioni Generali di quantificare il danno per predisporre un pagamento per il risarcimento”.

Leave a Response