Bit, oltre 20mila visitatori allo stand della Provincia

MILANO – Risultati lusinghieri per l’Unione dei Comuni delle Valli Joniche dei Peloritani alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano. Lo spazio espositivo, ospitato nello stand della Provincia Regionale di Messina, è risultato uno dei più visitati dell’area dedicata alle regioni italiane. Merito anche del limone interdonato che ha catturato l’interesse di migliaia di persone che hanno avuto modo di degustarlo nelle più disparate proposte: dalle semplici insalate di olio e limone, ai suoi derivati come liquori, marmellate, limoncelli e persino salami al gusto di interdonato.
Secondo una prima stima, fornita dall’ufficio stampa della Provincia, complessivamente i visitatori dello stand messinese sono stati oltre ventimila nelle sole giornate di sabato e domenica. I visitatori hanno chiesto ed ottenuto un numero elevato di brochure, depliants, cataloghi ed informazioni approfondite sulle realtà del mercato turistico del nostro territorio, mostrandosi decisamente interessati alla variegata offerta qualitativa dei pacchetti promozionali.
Particolarmente apprezzate, dicevamo, le degustazioni di alcuni prodotti tipici della zona jonica: cultura, gastronomia, natura e ricettività alberghiera hanno stimolato non solo i semplici curiosi o gli estimatori del viaggio, ma soprattutto gli operatori del settore turistico, sempre attenti alle novità in un settore che si evolve con estrema rapidità.
Alla bit di Milano erano presenti numerosi amministratori della zona jonica, tra i quali i sindaci di S. Teresa, Alberto Morabito, Roccalumera, Gianni Miasi e S. Alessio, Giovanni Foti. Da parte della provincia, dopo la visita il giorno dell’inaugurazione del presidente Nanni Ricevuto, sabato e domenica hanno presenziato allo stand gli assessori Renato Fichera, Mario D’Agostino e Daniela Bruno, e il consigliere Matteo Francilia.
Ma c’erano anche tanti operatori turistici della nostra zona, supportati dall’Agenzia di Sviluppo Peloritani Jonici, che hanno avuto modo di toccare con mano, alcuni per la prima volta, le varie modalità di proposta e di vendita del turismo sui principali mercati italiani ed esteri. Sotto questo profilo c’è ancora molto da imparare ma i segnali che arrivano dal prestigioso appuntamento milanese non possono che essere considerati positivi. Sono i primi vagiti di un settore, quello turistico, che nella riviera jonica non si è ancora espresso secondo le reali potenzialità.

Leave a Response