Roccalumera. Consorzio ”Qualità Sicilia” nel mirino

ROCCALUMERA – Il Gruppo consiliare di minoranza al Comune di Roccalumera chiede trasparenza sulla gestione dei Consorzi. I sei esponenti di opposizione hanno presentato una interrogazione al sindaco, Gianni Miasi, puntando i riflettori in particolare sul Consorzio “Qualità Sicilia”. “Di questo ente – sostengono i consiglieri di minoranza – non se ne parla più, eppure il Consiglio comunale, all’unanimità, nella seduta del 29 novembre scorso ha approvato la mozione presentata dal gruppo di minoranza che impegnava il sindaco e la Giunta a relazionare in aula sull’attività di consorzi, unioni, società ed altri organismi dei quali il Comune di Roccalumera è capofila o socio.  Invece – spiegano gli esponenti di opposizione – a distanza di mesi, ne il sindaco, ne tanto meno gli assessori hanno ritenuto di onorare l’impegno precedentemente assunto con il civico consesso”. Di qui l’ interrogazione al sindaco e all’assessore alle Attività produttive e Sviluppo economico, Massimo Puglisi. I consiglieri di minoranza  Campagna, Vadalà, Cisca, Basile, Maccarrone e Spadaro hanno ricordato che “il Consorzio “Qualità Sicilia” è stato costituito il 27 dicembre 2005 e conta tra i propri soci il Comune di Roccalumera e alcune ditte e Società private con un investimento iniziale del Comune di 1900 euro e con contributi successivi per alcune migliaia di euro”. Il Consorzio è nato con obiettivi ambiziosi, quali “la valorizzazione, promozione e commercializzazione dei prodotti tipici siciliani, agroalimentari, artigianali e artistici. “Il Presidente – aggiunge il capogruppo di minoranza Giuseppe Campagna – dovrebbe essere, il condizionale è d’obbligo, il consigliere di maggioranza Frontaurea, l’Amministratore delegato, in un primo periodo, è stato l’ex assessore comunale Barletti, incarico svolto gratuitamente, poi il Sindaco lo ha dimesso”. Il gruppo di minoranza vuol vederci chiaro e interroga il sindaco e l’assessore al ramo per sapere se il sindaco è nelle condizioni di fornire copia della nota di dimissioni da Amministratore delegato da parte di Barletti e copia dell’atto di convocazione dell’Assemblea dei soci del consorzio con la sottoscrizione da parte di ciascun socio per ricevuta, così come prevede l’art. 8 dello statuto consortile; se sono a conoscenza che il consiglio direttivo del Consorzio “Qualità Sicilia” ha deliberato di attribuire un indennità all’amministratore delegato del Consorzio stesso, mentre il suo predecessore aveva svolto le stesse funzioni gratuitamente, se l’indennità stessa è stata versata all’interessato, a quanto ammonta e che provvedimenti ha adottato il Sindaco, nella qualità di socio di maggioranza del suddetto Consorzio. Ed ancora: qual è il fatturato prodotto dal Consorzio relativamente alla vendita di prodotti forniti da imprese di Roccalumera nel periodo da giugno 2008 ad oggi. Se gli amministratori del comune di Roccalumera sono a conoscenza che la legge 21/02/1989 n° 83 e altre normative comunitarie e regionali similari prevedono interventi di sostegno per i consorzi tra le piccole e medie imprese e se il Consorzio “Qualità Sicilia” nel periodo successivo a Giugno 2008 ha presentato ad enti pubblici istanze per l’ottenimento di finanziamenti o contributi, se ne ha ottenuto e in che misura. Si vuol capire insomma se l’Amministrazione ha un suo progetto di sviluppo per il Consorzio, con quali risorse intende sostenerne la crescita e con quale gruppo dirigente, il tutto nel superiore interesse della collettività e delle imprese associate.

Leave a Response