Roccalumera. Centro polisportivo “pericoloso”

ROCCALUMERA – Si riaccendono i riflettori sul Polisportivo di via Collegio: palestra, campetti da calcetto e da tennis. E non per la celebrazioni di manifestazioni sportive. Tutt’altro. La minoranza ha espresso perplessità sulle norme di sicurezza ed intende far luce sulle condizioni dell’impianto: dalle barriere architettoniche alle norme antincendio, agli impianti elettrici, di riscaldamento e idrici, al pavimento della palestra coperta. I quesiti sono stati posti al sindaco, Gianni Miasi e agli assessori allo Sport ed ai Lavori pubblici, attraverso una interrogazione.  “I campetti – precisano i consiglieri di minoranza – sono stati irrimediabilmente danneggiati dall’alluvione del 25 ottobre 2007, anche se da anni non veniva eseguita alcuna manutenzione straordinaria”. L’Ufficio tecnico comunale, in una relazione del 27 novembre dello stesso anno, rilevò che a causa dei danni subiti i campetti venivano chiusi. Si evidenziò che tra le opere necessarie per ripristinare la funzionalità del polisportivo ci sono quelle relative alla “revisione degli impianti elettrici e dell’illuminazione interni ed esterni”. Il gruppo di minoranza chiede se allo stato attuale il Centro polivalente è “agibile” e se i campetti “al momento, sono utilizzati da società o associazioni regolarmente autorizzate”. Il capogruppo Giuseppe Campagna si è detto “perplesso sul rispetto  delle norme di sicurezza” e vuol sapere “se il Comune è in possesso delle relative certificazioni che danno la garanzia di assoluta sicurezza del Centro e di totale incolumità a chi utilizza gli impianti sportivi”. I riflettori vengono poi puntati sull’eventuale avvio di un progetto esecutivo di ristrutturazione e messa in sicurezza dell’impianto. E sulla data in cui i campetti potranno tornare ad essere fruiti dalla cittadinanza in modo ottimale. In alternativa ad un improbabile finanziamento pubblico che comunque avrà tempi lunghi, viene proposto al primo cittadino di utilizzare la procedura del project financing “assicurandosi peraltro così un periodo di gestione efficiente”.

Leave a Response