Taormina. Sì all’Archivio storico, manca però la sede

TAORMINA- Per il direttore dell’Archivio di Stato di Messina, Alfio Seminara, gli antichi testi, le carte hanno una grande per rileggere e studiare ma, anche, per “fare storia”. Ma per realizzare qualcosa di interessante in questo settore, c’è bisogno di una sede, di alcune sale attrezzate: cose che a Taormina, gli amministratori non sono riusciti, ancora, a reperire. Una dichiarazione, quella di Seminara, registrata durante l’inaugurazione della mostra sul terremoto di Messina del 1908.
A proposito delle attività di recupero e catalogazione,  che il personale dell’Archivio di Stato di Messina, sta operando sulle “carte” del Comune  di Taormina, con l’obiettivo di costituire l’Archivio storico comunale, il direttore, ha sottolineato che: “Il progetto, già da diversi anni sulla carta, stenta ad essere realizzato”. Per la precisione, resta da definire, nonostante l’interessamento dell’amministrazione, la questione della sede.
Intanto, negli uffici dell’assessorato alla cultura della Provincia, Seminara ha incontrato l’assessore Mario D’Agostino, che avrebbe manifestato grande sensibilità ed attenzione all’iniziativa. “Mi farò – ha detto D’Agostino- portavoce nei confronti dell’amministrazione comunale, affinché al più presto si provveda a trovare un luogo che possa accogliere un progetto così prestigioso”.
L’interessamento della Provincia dipende, anche, dal fatto che il progetto, prevede la possibilità di aprire a Taormina, una sede staccata dell’Archivio di Stato e una scuola di paleografia e discipline classiche, per stranieri. “Qualcosa di – dice l’assessore – unico in tutto il sud Italia. Un progetto che, però, per essere realizzati hanno bisogno di una sede”.
Per cercare di risolvere la questione, a brevissima scadenza si terrà una riunione alla quale, è previsto, parteciperanno l’assessore alla Memoria e Archivio Storico ed al Turismo di Taormina, Italo Mennella, quello alla Cultura, Vittorio Conti, il vice presidente del Consiglio Comunale, Sergio Cavallaro, dell’assessore provinciale D’Agostino ed il direttore Seminara.

Leave a Response