Sanità. L’on. Rinaldi (Pd) su nomine manager

Quali iniziative ha assunto, o intende assumere, il Governo regionale per  “verificare la sussistenza dei requisiti per l’accesso alla nomina a manager” e per “assicurare che sotto l’obiettivo del ‘pareggio di bilancio’ non venga sacrificata l’efficacia e l’efficienza del servizio sanitario da rendere ai cittadini”? Lo chiede Vicecapogruppo del PD all’Ars, Franco Rinaldi, in un’interrogazione urgente all’Assessore alla Sanità.
Premesso che “l’Assessore regionale alla Sanità, a proposito del Piano di Riordino sanitario, ha sostenuto che il grave deficit “è da imputarsi principalmente all’attività di alcuni direttori generali, atti più ad essere capi condomini che Manager di Aziende importanti”, Rinaldi rileva che è spesso “prevalsa nei manager l’esigenza di raggiungere l’obiettivo di ‘pareggio in bilancio’ nell’unico interesse personale della riconferma della carica e dell’aumento del 30% circa in più degli emolumenti spettanti per raggiungimento di risultato”. Il vicecapogruppo del PD chiede quindi se la Regione sia intervenuta per correggere tale anomalia, invitando l’Assessore ad intervenire per verificare i requisiti professionali non solo dei manager ma anche dei direttori amministrativi e sanitari delle Aziende, la cui nomina dipende dagli stessi manager.

Leave a Response