Messina. Operazione “Carmen”, 7 arrestati per droga

MESSINA – Gli agenti della Squadra Mobile di Messina, in collaborazione con i colleghi di Sassari, Vercelli, Siena, Cremona, Genova, Siracusa e Reggio Calabria, hanno sgominato un’organizzazione che, secondo quanto ricostruito nel corso delle indagini, gestiva lo spaccio di droga tra la città dello Stretto e Milano. L’operazione “Carmen” ha portato all’arresto di sette persone e al sequestro di 3 chili di hashish e 200 grammi di cocaina. 23 sono le persone indagate, due di queste sono riuscite a sfuggire all’arresto. L’accusa è di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Le manette sono scattate ai polsi di: Giovanni Arena, 57 anni, di Messina, ritenuto il capo dell’organizzazione; Giuseppe Iovino, 54 anni, di Varapodio (Reggio Calabria); Santi Micali, 36 anni, di Messina; Francesco Raschellà, 34 anni, di Catanzaro, Zoran Adzovic, 50 anni, di origini serbe ma residente in provincia di Cremona; Pasqualino Delogu, 56 anni di Sassari; Placido Libro, 33 anni, di Messina. A quest’ultimo sono stati concessi i domiciliari. Delogu, invece, deve rispondere anche dell’accusa di spaccio di banconote falsificate. Secondo gli inquirenti, Giovanni Arena raccoglieva le ordinazioni dai clan messinesi e poi faceva giungere in città la droga attraverso una complessa organizzazione con ramificazioni in diverse città italiane.

Leave a Response