S. Teresa. Nuovo Statuto, chiesto il difensore civico

S. TERESA – Ampia partecipazione all’incontro promosso sullo Statuto Comunale dai consiglieri di minoranza Fabio Palella e Danilo Lo Giudice. Presenti numerose associazioni, alcune forze politiche locali e semplici cittadini, che hanno voluto dire la loro in merito al nuovo Statuto. Tra gli intervenuti, il segretario cittadino del Pd Angelo Casablanca e del gruppo della Sinistra Giovanile Andrea Ricciardi, che hanno esposto gli emendamenti proposti dal partito; in particolare il Pd chiede maggiore pubblicizzazione degli atti amministrativi in favore di tutti i cittadini mediante la collocazione di apposite bacheche da inserire nelle principali piazze cittadine, per dare la possibilità a tutti di conoscere i lavori del consiglio comunale di S. Teresa.
Spazio anche al volontariato sociale rappresentato da Antonella Casablanca del Centro “Il Picchio”, che ha voluto sostenere gli emendamenti proposti dalla minoranza relativi alla istituzione della figura del rappresentante degli extracomunitari.
“Bisogna dimostrare sensibilità politica -ha dichiarato la portavoce de Il picchio”- nei confronti di persone che meritano il nostro rispetto e che rappresentano ormai un gruppo sociale considerevole nella nostra comunità”.
Spazio anche all’architetto Salvatore Coglitore, firmatario di un emendamento col quale vuole che non si perdano preziose testimonianze storiche da lui rinvenute in merito al Gonfalone del Comune.
Sebastiano Di Bella dell’Unitre ha chiesto, con il sostegno di Maurizio Crisafulli dell’Avis,  un maggiore coinvolgimento delle forze di volontariato nella redazione della carta fondamentale del Comune.
Parecchi, inoltre, sono stati i sostenitori dell’istituzione della figura del difensore civico, per garantire ai cittadini, è stato spiegato, un’adeguata rappresentanza.
I consiglieri Fabio Palella e Danilo Lo Giudice, sostenendo la proposta, hanno puntualizzato la loro posizione in merito all’argomento. “Nel recente passato – hanno detto i consiglieri di Sicilia Vera – i programmi elettorali sono stati riempiti con la previsione di tale figura ma fino ad oggi nessuno se ne è fatto ufficialmente carico”.

Leave a Response