Taormina. Crisi dell’Asm, la Cgil chiede incontro con CdA

TAORMINA – Con una lettera inviata al presidente del consiglio comunale e al sindaco di Taormina, Mauro Passalacqua, la Filt Cgil di Messina, ha chiesto un incontro con il Consiglio d’amministrazione dell’Asm, la municipalizzata taormininese trasporti. Un incontro con il quale il sindacato vuole vederci chiaro sulla gestione dell’azienda che rischia il fallimento e il cui presidente ne ha chiesto il commissariamento.  ”Nell’incontro dello scorso 14 novembre è emerso abbastanza chiaro che, riguardo all’Asm, non fosse più tollerabile l’assenza di una unica e chiara linea gestionale – si legge nella nota della Filt Cgil –  e che fosse viceversa necessaria una urgente inversione di tendenza, da attuare soprattutto attraverso un controllo più puntuale da parte della proprietà comunale. I fatti e le dichiarazioni degli ultimi giorni, ovvero lo scontro in atto all’interno del CdA. e la conseguente richiesta di commissariamento fatta dal presidente, indicano non solo che la situazione è andata purtroppo peggiorando, ma che i segnali di un radicale ed urgente cambiamento non sono più rinviabili.
”Al di là di qualsiasi legittima scelta che questa amministrazione intenda compiere riguardo gli assetti gestionali – evidenzia la Filt-Cgil –  ciò che preme al sindacato è unicamente evitare il prolungarsi di una situazione di impasse che, oltre a mortificare l’immagine dell’azienda, in un delicatissimo momento come quello attuale, la espone a serio pregiudizio, insieme al futuro occupazionale dei lavoratori. Riteniamo pertanto necessario un urgente incontro di merito – conclude la nota del sindacato –  per chiarire quali sono le iniziative che la proprietà intende mettere in atto, al fine di tranquillizzare i lavoratori e le loro famiglie”.      

 

Leave a Response