Consegnati i cavalli dono del sultano dell’Oman

Uno stallone e due cavalle, il dono che il Sultano dell’Oman si era impegnato a fare alla Regione nel corso della sua visita di quest’estate a Palermo, oggi sono stati simbolicamente consegnati al presidente Lombardo dall’Ambasciatore in Italia, Said Nasser Al-Harthy.
“Siamo grati al Sultano – ha detto Lombardo – per i doni fatti quest’estate e per questi che prendiamo in consegna oggi, perché sono l’espressione di un significativo rapporto che si è avviato e che pensiamo di estendere anche ad altri settori economici”.
Gli splendidi equini di razza araba, provenienti dalle scuderie reali del Sultanato, sono stati presi in cura dall’Istituto Sperimentale zootecnico della Sicilia di Palermo e in seguito si provvederà ad incrociarli con razze tipiche della nostra regione, per incrementare la razza equina siciliana.
“In questa occasione – ha proseguito il presidente – abbiamo ricambiato il dono ricevuto con tre esemplari di capre girgentane perché si possa avviare in Oman un analogo processo di incrocio di razze. Ci pare questa una via interessante da proseguire per procedere a scambi di doni che possano lasciare una segno più significativo dei semplici oggetti di circostanza”.
L’Ambasciatore Said Nasser Al-Harthy, nel ringraziare per l’accoglienza riservata alla delegazione del suo paese che si trova da alcuni giorni a Palermo, ha espresso l’auspicio “che si possano incrementare i rapporti economici già avviati tra Oman e Sicilia” ed ha invitato il presidente Lombardo nel suo paese, in occasione della più importante fiera del cavallo arabo che si svolgerà il prossimo anno.
Prima della conclusione Lombardo ha ringraziato il Presidente dell’Istituto sperimentale zootecnico Nascè per aver accolto i cavalli “certo che l’Istituto possiede gli strumenti e le competenze per svolgere in pieno l’obiettivo che si intende cogliere”.

Leave a Response