S. Teresa. Pace fatta tra opposizione e maggioranza

S. TERESA – E’ scoppiata la pace in Consiglio comunale a S. Teresa. Nell’ultima seduta infatti quasi i tutti i punti all’ordine del giorno sono stati approvati all’unanimità. La minoranza, rappresentata in aula da Danilo Lo Giudice, Vittorio Chillemi e Enzo Filoramo (assente giustificato Fabio Palella), si è astenuta soltanto sul riconoscimento di alcuni debiti fuori bilancio. Per il resto è stata una seduta dai toni morbidi, aperta con l’approvazione all’unanimità dell’assestamento generale del Bilancio. Lo spostamento più corposo si è registrato nella voce relativa al pagamento della fatture all’Ato, somma lievitata di 240mila euro rispetto allo scorso anno. Poi piccole variazioni, come i 10mila euro destinati al Carnevale e altri 30mila euro necessari per far fronte ad alcune spese legali. Tutti d’accordo anche sull’integrazione al Piano Triennale per le Opere Pubbliche 2008-2010. Sono stati inseriti quattro progetti: la strada di collegamento con la Provinciale per Misserio, la messa in sicurezza del Vallone Abramo, il rifacimento della rete idrica extra urbana e la fognatura di Portosalvo (la cui gara d’appalto sarà espletata a breve). La maggioranza (assenti Mimmo Intersimone e Rosario Caminiti) ha poi “ricambiato” il gesto distensivo del gruppo di opposizione votando positivamente tutte le mozioni formulate dai consiglieri di minoranza, ad eccezione dell’ultima, che proponeva l’impiego gratuito di medici e infermieri in pensione di S. Teresa a favore degli anziani. La mozione sarà infatti riformulata dal proponente, Danilo Lo Giudice, dopo che su proposta del sindaco Morabito è stato deciso di estenderla a tutti in medici e gli infermieri, sia in pensione che in attività. Approvate le tre mozioni presentate dal consigliere Vittorio Chillemi riguardanti alcune problematiche della frazione di Misserio. Nello specifico si è parlato dei disservizi causati dalla chiusura dell’ufficio postale, della situazione di degrado della piazzetta di Acqua Mantarro e della realizzazione di un monumento in memoria dei caduti di tutte le guerre. Approvato, infine, l’avviamento delle procedure per la teletrasmissione delle sedute del Consiglio comunale. Dal prossimo anno i santateresini potranno seguire le riunioni del civico consesso direttamente da casa.

Leave a Response