S. Teresa. No al “decreto Gelmini”, scientifico occupato

Diecimila persone – secondo la Cgil – sono scese in piazza a Messina stamani per manifestare contro il decreto Gelmini approvato ieri dal Senato. Ma non solo. Studenti e professori hanno protestato anche contro i tagli all’istruzione e alla ricerca, rivendicando il diritto allo studio. Il sindacato ha dichiarato che a Messina un corteo di tale portata non si vedeva dai tempi della protesta contro la costruzione del Ponte sullo Stretto. 
Manifestazioni anche in provincia. A S. Teresa di Riva, è stato occupato il primo piano del liceo scientifico. Il pianoterra è stato lasciato libero per quanti intendono fare lezione.  L’occupazione del liceo “Caminiti” si protrarrà sino a domenica sera. Sono previsti dibattiti su una serie di argomenti che riguardano il mondo della scuola, a partire dal decreto Gelmini. Un’altra manifestazione  ha coinvolto gli studenti del liceo classico “Trimarchi” di S. Teresa di Riva e dell’istituto superiore di Furci Siculo che comprende Commerciale, Geometri e Professionale. I ragazzi si sono ritrovati in piazza Bianca, a Bucalo, dove hanno esposto i loro striscioni con slogan di protesta contro il decreto Gelminie i tagli alla scuola.

Leave a Response