Rally Taormina, trionfo per i palermitani Vara-Mogavero

TAORMINA – I palermitani Filippo Vara e Maricetta Mogavero, su Peugeot 207 Super 2000 del team Balbosca, scuderia Island Motorsport, hanno trionfato nel Rally di Taormina 2008, prima delle tre finali della Coppa Italia. Precedono il pescarese “Dedo” (Peugeot 207 S2000-Friulmotor) e il messinese Galipo’ (207 S2000-Power), mentre il romagnolo Campedelli (Mitsubishi-Rubicone Corse) si ritira sull’ultima prova e “regala“ la vittoria del Gruppo N al barese Franco Laganà (Mitsubishi-Vomero). Ai fini della Coppa Italia, “Dedo”, Di Cosimo, Bellini e Laganà costituiscono il poker dei migliori piloti. Cerimonia d’arrivo tra migliaia di appassionati e turisti nel cuore di Taormina: ospite d’onore il Presidente dell’Automobile Club d’Italia, Enrico Gelpi, al fianco ad autorità regionali, provinciali e locali.
Elettrizzante e densa di colpi di scena la prima finale della Coppa Italia Rally 2008: si è disputata in provincia di Messina con il Rally di Taormina 2008 organizzato dalla scuderia Jonio Corse. Dieci prove speciali su asfalto, all’inizio secco, poi bagnato, infine umido, tra Valle d’Agro e dell’Alcantara, gommature differenti, duelli al calor bianco ed una tensione agonistica straordinaria, degno di un evento seguito da migliaia di appassionati. Fiore all’occhiello della manifestazione il bagno di folla nel cuore del centro storico di Taormina, sia per la cerimonia di partenza sia per l’arrivo in Corso Umberto a Taormina, uno scenario suggestivo ed esclusivo con la proclamazione del vincitore effettuata dal Presidente dell’Automobile Club d’Italia, avvocato Enrico Gelpi.
In palio prestigiosi premi d’onore quali Trofeo MediaBroker, Fiat Cundari, Memorial Antonio Strakuzzi,Trofeo Salvatore Cundari.
Hanno festeggiato in molti sul palco, ma più di tutti i palermitani di Collesano, Filippo Vara e Maria Concetta Mogavero, primi assoluti con la loro Peugeot 207 Super 2000 di Balbosca, scuderia palermitana Island Motorsport; ma festeggiano anche gli abruzzesi “Dedo” e Massimo Daddoveri, anche loro su Peugeot 207 Super 2000 della scuderia Friulmotor, che chiudendo secondi nell’assoluta, ma primi tra i piloti iscritti alle finali di Coppa Italia, pongono una seria ipoteca alla conquista del prestigioso trofeo. Si conclude così, con il podio completato dal bravissimo messinese di Sant’angelo di Brolo, Carmelo Galipò affiancato dal palermitano “Davis” su Peugeot 207 Super 2000 del team Power Car.
Avvincente e spettacolare, la gara organizzata dalla scuderia Jonio Corse è stata resa difficilissima da un continuo alternarsi di situazioni meteo di asciutto, bagnato e umido, ha vissuto a lungo sul duello tra il siciliano Filippo Vara e il friulano Claudio De Cecco, quest’ultimo ritiratosi da leader da un toccata con danneggiamento della ruota posteriore destra della sua Peugeot 207 S2000, nella settima delle dieci prove in programma.
In relazione alla Coppa Italia il punteggio pieno è andato all’abruzzese “Dedo” che in questa classifica ha superato il laziale Tonino Di Cosimo, Grande Punto Abarth-Bernini Rally, ed il pilota messinese di Montalbano Elicona Filippo Bellini, Renault Clio Super 1600. Buone le prestazioni di altri finalisti come il barese Francesco Laganà, Mitsubishi Lancer Evo IX (primo del Gruppo N), il piacentino Franco Leoni, Grande Punto Abarth, il romano Fabio Angelucci, Grande Punto Abarth, ed il toscano Luca Cecchettini, Mitsubishi Lancer Evo IX, tutti terminati nelle prime dieci posizioni della classifica.
Sull’ultimo crono la corsa ha perso un protagonista, il giovane romagnolo Simone Campedelli (Mitsubishi-scuderia Rubicone Corse), uscito di strada a tre Km dal fine prova, mentre occupava la terza posizione assoluta e prima di gruppo N con la Mitsubishi Lancer EVO IX. Ora il giovane talento romagnolo è atteso ad un prestigioso test Pirelli programmato sabato prossimo vicino alla città austriaca di Linz, che stabilirà chi, fra alcuni giovani talenti, potrà disputare da pilota ufficiale alcune gare del Mondiale Rally 2008.
Purtroppo fuori dalla top ten anche il messinese di Gioiosa Marea, Carmelo Franco Molica su Renault Clio S1600, che ha lasciato oltre due minuti sull’ultimo crono – causa un guasto all’impianto elettrico – consegnando il comando tra le due ruote motrici ad un altro forte messinese, Filippo Bellini con la valente Alessandra Gregorio, su un’identica vettura.
Su 111 equipaggi iscritti e 109 verificati, sono stati 64 quelli che hanno raggiunto il prestigioso palco d’arrivo a Taormina, completatndo regolarmente le dieci prove speciali in programma.
Classifica finale Rally di Taormina 2008 – MediaBroker – Fiat Cundari Memorial Antonio Strakuzzi – Trofeo Salvatore Cundari – 1. Vara – Mogavero (Peugeot 207 Super 2000) in 1h06’31”2; 2. “Dedo” – Daddoveri (Peugeot 207 Super 2000) a 20”5; 3. Galipò – Davis (Peugeot 207 Super 2000) a 48”1 ; 4. Di Cosimo – Crescenzi (Grande Punto Abarth) a 50”0; 5. Bellini – Gregorio (Renault Clio Super 1600) a 1’16”8; 6. Laganà – Clavarino (Mitsubishi Lancer Evo IX) a 1’48”9; 7. Leoni – Borghese (Grande Punto Abarth) a 2’0624: 8. Angelucci – Cambria ( Grande Punto Abarth) a 2’24”1; 9. Barbitta – Rottino (Mitsubishi Lancer Evo IX) a 2’42”5; 10 . Cecchettini – Falco (Mitsubsihi lancer Evo IX) a 2’52”6.
Classifica Assoluta Coppa Italia dopo la prima finale. 1.“Dedo” ( Peugeot 207 Super 2000) 10; 2.Di Cosimo (Grande Punto Abarth) 8; 3.Bellini (Renault Clio Super 1600) 6 ; 4.Laganà (Mitsubishi Lancer Evo IX) 5 ; 5.Leoni (Grande Punto Abarth) 4 ; 6.Angelucci (Grande Punto Abarth) 3 ; 7.Cecchettini (Mitsubishi ) 2 ; 8.Molica (Renault Clio Super 1600) 1;

<br /> 

Leave a Response