Messina. Aiuti finanziari, Buzzanca incontra deputazione

MESSINA – Per un confronto sui tempi dello sviluppo e sulle esigenze economiche di Messina e per un impegno della deputazione messinese ad individuare risorse finanziare utili allo sviluppo della città, il sindaco Giuseppe Buzzanca ha convocato per lunedì 13 ottobre, alle ore 10, un confronto a palazzo Zanca con i senatori e deputati nazionali, che si completerà con un successivo incontro con i giornalisti, sempre al Comune. Venerdì 17, alle ore 10, il sindaco ha poi fissato l’incontro, sempre a palazzo Zanca, con i deputati regionali del messinese, per un confronto relativo alle risorse finanziare regionali che possono essere destinate a Messina ed anche per l’accelerazione ed il completamento del risanamento della città. Il sindaco, Buzzanca, dopo la lettera inviata ieri al Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, al Presidente del Senato, Renato Schifani ed al Presidente della Camera dei Deputati, Gianfranco Fini, per la definizione dei contenuti degli atti di programmazione negoziata, anche con le rappresentanze al Senato, alla Camera, al Governo regionale ed all’Ars intende avviare tavoli operativi per supplire alla mancanza di risorse finanziarie. “Lunghi periodi di commissariamento e misure finanziarie che impediscono all’Ente di operare necessitano – sottolinea il sindaco – la definizione di un accordo di programma e/o di un intesa istituzionale di Governo che riconosca la necessità di determinare intese a favore della città di Messina, ed in questo quadro sarà importante il ruolo delle rappresentanze parlamentari a Roma e a Palermo. Nella città di Messina esiste una forte interdipendenza fra quei fattori economici, sociali e naturali che determinano valore aggiunto per lo sviluppo del territorio e della sua comunità. La città con l’aiuto di tutte le rappresentanze politiche, delle forze imprenditoriali e sociali, deve e può recuperare il ruolo di città metropolitana, fornitrice di servizi, secondo una proiezione strategica che guarda a se stessa città, alla qualità della sua vita, ma anche all’area metropolitana; all’intera provincia, con le sue proiezioni verso il Tirreno, i Nebrodi e le isole Eolie, e verso lo Ionio e l’area di Taormina; all’area integrata dello Stretto ed al rapporto con Reggio e con l’intera Calabria meridionale; ma anche al Mediterraneo ed alla scadenza del 2010 con l’istituzione dell’area di libero scambio, pensando al ruolo che l’intera Sicilia potrà svolgere nel nuovo scenario ed in questo quadro al ruolo dell’area integrata dello Stretto. In questo disegno sarà importante essere pronti al ruolo che Messina potrà assumere nel Corridoio 1 Berlino – Palermo; a riqualificare il suo ruolo di città di mare, che recupera il suo doppio waterfront verso il Tirreno e verso lo Ionio e qualificando il talento naturale nello Stretto. Per tutto questo sarà importante il concorso di tutti i parlamentari e con il contributo concreto che, ognuno per il suo ruolo potrà fornire, sarà più certo – conclude Buzzanca – l’impegno dell’Amministrazione comunale finalizzato al raggiungimento di uno sviluppo durevole, democraticamente scelto e condiviso dai Messinesi.”

Leave a Response