Panarello (Pd): “Parentopoli getta discredito su Regione”

MESSINA – Il deputato regionale messinese Filippo Panarello (PD) ha predisposto una mozione che “impegna il governo a precludere qualunque rapporto di lavoro per chiamata diretta nell’amministrazione regionale e nelle società partecipate dalla Regione per soggetti fino al terzo grado di parentela con membri del governo regionale, parlamentari regionali e nazionali”.
“La parentolopi siciliana che coinvolge esponenti di rilievo delle istituzioni regionali e nazionali, e perfino assessori in carica del governo regionale – dice Panarello – getta discredito e rischia di minare la credibilità della Regione e dello stesso istituto autonomistico, e accentua drammaticamente il distacco tra i cittadini e la politica. Non sono sufficienti parole di circostanza né contorte giustificazioni: per restituire dignità alla politica siciliana – conclude l’esponente del PD – servono atti concreti che impediscano l’utilizzo a fini privati o politici delle risorse e delle funzioni pubbliche”.

 

Leave a Response