Fiumedinisi, costituita associazione politico-culturale

Pubblichiamo integralmente una nota fattaci pervenire a firma del dott. Nino Maisano.
”Come già noto è stata enunciata nel mese decorso la costituzione per pubblica sottoscrizione dell’ associazione politico/culturale denominata “Pietra Rossa” con sede in Fiumedinisi.
La denominazione ed il logo dell’Associazione vogliono significare una forte attenzione al territorio seriamente minacciato dalla furia demolitrice dell’uomo.
La “pietra rossa” era una roccia di colore rossastro che si ergeva maestosa  dal letto del torrente fiumedinisano. Essa ha costituito un punto di riferimento per generazioni di fiumedinisani, perché luogo d’ incontro, soprattutto,  in occasione del lavaggio della lana, che poi veniva stesa per asciugare proprio su  quella pietra e all’ombra della quale sarebbero sbocciati e appassiti tanti amori.
La “pietra rossa”, che non c’è più da alcuni anni, ha costituito il primo obiettivo centrato di un programma di aggressione vandalica, riteniamo, con cognizione di causa, fine a se stessa, che sta cambiando i connotati al territorio della Valle del Nisi compromettendone irrimediabilmente l’attuale equilibrio produttivo e, per il futuro, la nascita di nuove iniziative economiche secondo la vocazione del territorio.
In questo scenario, è ovvio che l’Associazione si proponga come scopo prioritario quello di difendere il territorio e l’ambiente da attacchi sconsiderati da chiunque messi in atto.
L’Associazione è già al lavoro per verificare la correttezza formale e sostanziale degli atti amministrativi e della documentazione tecnica che hanno consentito, con l’ impiego di enormi risorse pubbliche, lo scempio ambientale attuato o in corso di attuazione nel torrente Nisi – sito di importanza comunitaria ,ai sensi del D.M. 34/2000 – per oltre un km. (dalla periferia sud a quella nord del centro abitato, dove, a titolo di esempio, insistono ben quattro ponti).
Sull’ emergenza ambientale a Fiumedinisi, solo sinteticamente rappresentata, si vorranno attenzionare le Istituzioni e le associazioni ambientaliste anche per impedire il decollo di un mega progetto, che si ritiene conclusivo della devastazione territoriale della Valle del Nisi, il cui percorso programmato è stato esposto in maniera esauriente nel corso di un recente incontro / dibattito tenutosi nella piazza principale di Nizza di Sicilia sul tema “Sviluppo imprenditoriale della Valle del Nisi”.
L’Associazione, che ha in programma di dotarsi di una sede definitiva e di un sito web, si occuperà, non con minore impegno di quello riservato all’ ambiente, di storia e tradizioni popolari, di antichi mestieri e di formazione politica.
Non ultima la dimensione religiosa legata non soltanto alle tradizioni locali, ma vista in relazione alla persona umana e nel rapporto con se stessa, con l’alterità e con l’ambiente in cui vive e si esprime. Una religiosità che nel contesto specifico poggia sulle solide fondamenta di un radicato cristianesimo che ha forgiato e forgia gli abitanti della vallata jonica.
Per quanto riguarda gli antichi mestieri, sarà presentato alla Presidenza della Regione Siciliana un progetto alternativo all’ attuale sistema della formazione professionale che, non rispondendo alle esigenze del mercato, si sostanzia, nella migliore delle ipotesi, fatte salve le eccezioni, in un enorme spreco di risorse pubbliche.
L’Associazione, osservando e riflettendo sulla inarrestabile decadenza del costume politico – in linea, peraltro, con il resto della società – e partendo dalla considerazione che i rappresentanti delle Istituzioni devono essere, in qualche modo, di guida e di esempio per i cittadini – si propone di dare una formazione di base ai giovani che si vogliono avvicinare alla politica.
In attesa del proprio sito web, lo statuto, il fac-simile della domanda di adesione, comunicati ed altro,  possono essere visualizzati ed estratti dalla sezione download del sito www.armonia-cons.it ”.
Il coordinatore dell’Associazione
dott. Nino Maisano

 

Leave a Response