Risorse idriche, collaborazione Sicilia-Israele

TEL AVIV – Si è conclusa positivamente la visita in Israele dell’assessore regionale all’Industria, Pippo Gianni. Sono stati avviati  rapporti di collaborazione con la Ben Gurion University, in particolare con lo Zuckerberg Institute, che si occupa di ricerca applicata nel campo delle risorse idriche. Obiettivo: promuovere la collaborazione con gli atenei dell’Isola per lo studio di soluzioni che consentano alle imprese siciliane l’utilizzo di acque alternative al potabile, con il conseguente risparmio delle falde.  “L’acqua – ha detto Gianni – è una risorsa fondamentale per la vita. La progressiva desertificazione e il depauperamento delle risorse devono essere affrontate per tempo. Per questo motivo, nei prossimi giorni, vareremo un provvedimento per imporre alle aziende, che consumano molta acqua, di utilizzare risorse idriche alternative al potabile. Ovviamente daremo loro un lasso di tempo adeguato durante il quale dovranno attrezzarsi e, per farlo, avranno anche il nostro aiuto, sotto forma di studi di soluzioni alternative. Le stesse che, appunto, stiamo ricercando con l’università israeliana”.
La seconda giornata della visita di Gianni è stata dedicata, invece, alla promozione industriale. Durante un incontro presso l’ambasciata italiana, sono state gettate le basi di un accordo con il ministero dell’Industria, il Matimop, l’Istituto per il commercio estero, gli uffici dell’ambasciata e della Camera di commercio e industria. Proprio per questo motivo, nei prossimi mesi saranno organizzate missioni dedicate all’attrazione di investimenti verso la Sicilia, alla delocalizzazione di imprese e all’interscambio.

Leave a Response