Messina-Calcio, la magistratura farà chiarezza

MESSINA – Approda nelle aule giudiziarie la ”matassa sportiva” relatativa alla mancata iscrizione al campionato di Serie B del Messina e alle vicende successive, ultima delle quali l’iscrizione della squadra giallorossa alla Serie D.  E proprio su quest’ultima questione e su alcune competenze e ”passaggi” il presidente dell’Fc Sporting Messina, Giusepp Rodi, intende vederci chiaro per cui ha deciso di rivolgersi alla magistratura.
Qui di seguito pubbliciamo integralmente la denuncia-querela che Rodi ha inoltrato alla
Procura della Repubblica di Messina
Procura della Repubblica di Roma
Ill.mo Signor P.M. dott. Vito Di Giorgio
Ill.mo Signor P.M. dott. Fabrizio Monaco
Ill.mo Signor P.M. dott.ssa Maria Pellegrino

 

”DENUNCIA – QUERELA
Il sottoscritto Rodi Giuseppe, nato a Messina il 25 settembre 1965 e domiciliato in 98122 Messina Viale Principe Umberto 61 c/o Studio Legale Avv. Letterio Scoglio, in proprio e nella qualità di Presidente dell’FC SPORTING MESSINA, espongo e denuncio i seguenti FATTI

01) ——- OMISSIS ——-

02) ——- OMISSIS ——-

03) ——- OMISSIS ——-

04) ——- OMISSIS ——-

05) Ieri (16 agosto 2008) è stata diffusa la notizia che la F.I.G.C., revocando il parere richiesto al Sindaco dott. GIUSEPPE BUZZANCA (il quale aveva optato in favore per l’ACR MESSINA), in osservanza delle norme federali, si è riservata la facoltà di scegliere quale Società iscrivere al campionato di Serie D. In tale stato di cose non posso escludere che, l’indicata determinazione dell’anzi detto Organo federale, sia dettata dal fatto che, in relazione all’iscrizione al campio-nato di Serie D, l’orientamento della F.I.G.C. ricadrebbe in favore dell’FC MESSINA PELORO. Ciò nonostante, nei confronti della menzionata Società, vi fosse una consistente passività ed altresì vi fosse un parere negativo della CO.VI. SO.C. (organo di controllo dei bilanci che fa capo alla F.I.G.C. A ciò si aggiunge l’intervento dell’Autorità Giudiziaria che intende accertare la eventua-le presen-za i reati penali in capo alla stessa FC MESSINA PELORO ed a chi la rappre-senta. A quanto si qui rappresentato si aggiunge che, dall’articolo pubblicato questa mattina (17 agosto 2008) dal quotidiano “GAZZETTA del SUD”, dal titolo “Messina, non sarà il sindaco a scegliere” pubblicato a pagina 29 ed a firma di PIETRO MAZZU’, scrve: “La conclusione è abbastanza ovvia, a questo punto, Tavecchio attenderà il ritorno di Abete (…omissis…) per ufficializzare il del Fc Messina, il sodalizio che, malgrado il pessimo epilogo fatto registrare lo scorso mese di luglio con la mancata iscrizione al campionato di serie B, continua ad esercitare il maggiore nei con-fronti dei vertici federali e di Lega. La decisione potrebbe arrivare già domani attraverso una comunicazione ufficiale da parte della Figc la quale dovrebbe inserire il club giallorosso dei Franza come diciannovesima squadra –inserita in soprannumero- nel girone I della quinta serie. Così è se vi pare”.  Pertanto, al di la delle semplici deduzioni in base ai comportamenti assunti nel tempo dalla stessa FIGC e dal suo Presidente, ove si registrasse l’iscrizione dell’FC MESSINA dei FRANZA, vi sarebbe un non escludibile quanto palese “abuso di potere” e “abuso d’ufficio” mediante l’esercizio di una palese discri-minazione a danno dell’FC SPORTING MESSINA. Chiaramente, in relazione al superiore assunto, persona informata sui fatti è il giornalista PIETRO MAZZU’.

06) Che, ove la F.I.G.C., rappresentata dal suo Presidente GIANCARLO ABETE, dovesse ripescare l’FC MESSINA dei FRANZA nonostante quanto sopra rappre-sentato, in caso di mancata rinuncia da parte della menzionata Società, sareb-be opportuno accertare la presenza di ipotesi di reato penale in quanto, da tali eventi, la Società FC MESSINA ne usufruirebbe un favoreggiamento ed un vantaggio economico nonché un notevole vantaggio d’immagine.
 
07) ——- OMISSIS ——-

08) ——- OMISSIS ——-

09) ——- OMISSIS ——-

Ciò premesso lo scrivente, in proprio e nella qualità,
CHIEDE

Che l’ill.ma Autorità Giudiziaria in indirizzo, mediante preliminare urgente acquisizione /sequestro di tutti gli atti ritenuti utili e degli articoli giornalistici nonché dei servizi dei vari Tg, voglia avviare procedimento penale contro:
01) IN RELAZIONE AL PUNTO UNO E DUE –   ——- OMISSIS ——-
02) IN RELAZIONE AL PUNTO TRE –   ——- OMISSIS ——-
03) IN RELAZIONE AL PUNTO QUATTRO –  ——- OMISSIS ——-
04) IN RELAZIONE AL PUNTO CINQUE –SETTE – OTTO — NOVE – La F.I.G.C. (Federa-zione Italiana Giuoco Calcio) rappresentata dal suo Presidente pro-tempo GIANCARLO ABETE;
05) IN RELAZIONE AL PUNTO SEI – La Società FC MESSINA, rappresentata dal Presidente FRANZA, e chiunque (da identificare) ritenuto responsabile in con-corso, ex art. 110 c.p.) relazione alle ipotesi di reato configurabili e configurate;
06) Chiunque (da identificare) ritenuto responsabile, anche in concorso ex art. 110 c.p.) in relazione alle ipotesi di reato configurabili e configurate ed in ordine ai fatti qui narrati.
Qualora venisse accertata la presenza di uno o più reati penali (indipendentemente se perseguibili a querela o d’ufficio) la presente ha parimenti valore di

QUERELA

Nei confronti di chiunque sarà ritenuto responsabile dei fatti e reati penali ascrittigli chiedendo espressamente, sin da ora, la punizione del colpevole, o dei colpevoli, nelle modalità di legge,
Chiedo, inoltre, di essere informato sugli sviluppi della presente denuncia-querela ai sensi degli artt. 408, 409 e 411 c.p.p. riservandomi, sin da ora, ogni ulteriore facoltà di legge. Chiedo, infine, di essere informato (con opportuna notifica da effettuarsi allo indicato domicilio) sugli sviluppi della presente entro i termini sanciti dall’articolo 407 c. p. p. Con riserva di risarcimento danni e costituzione parte civile. Sin da ora si rappresenta che parte offesa, oltre allo scrivente ed alla rappresentata FC SPORTING MESSINA, è la Città di Messina ed anche tutta la tifoseria indipendentemente se singolarmente o raggruppata in club organizzati. Agli stessi, singolarmente o cumulativamente, è concessa la facoltà di aderire alla presente denuncia-querela.
Il presente atto è dotato di firma digitale certificata e, quindi, ex lege, è inteso munito di firma autentica.
Messina 18 agosto 2008”
      Rodi Giuseppe
    In proprio e nella qualità

 

 

Leave a Response