Taormina. Teatro Greco, messa in sicurezza ok

TAORMINA – Possono stare tranquilli gli operatori che hanno scelto il Teatro Antico per organizzare spettacoli d’intrattenimento con protagonisti un gran numero di artisti di qualità nel settore nazional popolare. Il Teatro Antico potrà ospitare il consueto numero di spettatori. Tutto come negli anni passati. La commissione di vigilanza per gli spettacoli ha dichiarato idonei i lavori di messa in sicurezza della grande cavea. Ora si possono tornare a staccare sino a 4500 biglietti. In poco più di un mese, grazie ad un intervento straordinario ed urgente della Regione, sono state ultimate le verifiche necessarie e rimesso in sesto quanto era stato deteriorato. Non esistono più perplessità, non ci sono più problemi. La questione è risolta, almeno per questo scorcio d’estate. Poi si vedrà. Bisognerà attendere sino alla prossima primavera per sapere se i lavori effettuati possono considerarsi definitivi o se, invece, nel 2009 bisognerà tornare ad effettuare lavori urgenti per assicurare la normale fruizione del grande monumento.
Dopo quello di Jovanotti (14 luglio), al Teatro Antico si esibiranno: Momix (23/07), Massimo Ranieri (28/07), Antonio Marquez (30/07), Giorgio Panariello (31/07), Paul Simon (1/08), Pino Daniele&super band (26/08), Gigi Proietti (27/08), Gianna Nannini (28/08), Giovanni Allievi (29/08), Antotello Venditti (30/08), Renzo Arbore (31/08), Maurizio Crozza (5/09), Mario Biondi (6/09), Francesco Guccini (13/09)
Possono stare tranquilli i vertici del governo regionale. Il Teatro Antico di Taormina può ospitare spettacoli capaci di attirare le grandi masse e di sopportare l’emissione di una quantità abnorme di decibel.
Possono sentirsi soddisfatti il presidente della Regione, Raffaele Lombardo, l’assessore regionale al Turismo, Giambattista Bufardeci, e quello al Beni Culturali, Antonello Antinoro. Si perché sono stati loro a sponsorizzare la serie di manifestazioni che interesseranno Taormina ed il suo Teatro sino al 13 settembre. Sono stati loro ad avallare le autorizzazioni e ne sono pienamente e pubblicamente responsabili. Sempre loro hanno messo i soldi per tamponare lo stato di degrado in cui versa il Teatro Antico. Lo dimostrano i pieghevoli in distribuzione i questi giorni in tutta la Sicilia per pubblicizzare “Taormina Musica Estate 2008”, il cartellone che, in una certa misura, fa concorrenza a Taormina Arte. Lombardo, Bufardeci e Antinoro, si dimostrano “felici” di quanto avviene ed avverrà. Nel pieghevole sono riportate le dichiarazioni dei tre amministratori regionali. Vale la pena riportarli per far sapere ai cittadini di Taormina come stanno esattamente le cose. Dice il governatore della Sicilia: “Taormina è una risorsa inesauribile d’opportunità per i numerosi visitatori che vi giungono certi di trovarvi un’offerta turistica sempre più variegata e di qualità. Il Teatro Greco costituisce un punto di riferimento e d’attrattiva non solo per le grandi manifestazioni internazionali, ma anche per i tanti siciliani che nei più svariati campi artistici possono trovarvi occasione per farsi conoscere ed apprezzare, anche oltre i confini dell’isola. La Regione Siciliana intende continuare a sostenere iniziative simili perché valorizzano i numerosi talenti di cui il nostro popolo dispone e perché costituiscono il miglior strumento per veicolare quell’immagine positiva e laboriosa per cui i siciliani sono conosciuti nel mondo”. Tutto chiaro: la Regione continuerà ad autorizzare spettacoli da organizzare al Teatro Antico, e “non solo grandi manifestazioni internazionali”.
Scrive sul pieghevole l’assessore Bufardeci: “Nel futuro immediato di Taormina non c’è solo una sempre più solida prospettiva nel settore turistico di qualità, ma anche un’offerta di manifestazioni e di eventi di assoluto valore che possono consolidarne la percezione di una dimensione nazionale ed internazionale. Per rendere possibile tutto ciò, è necessario avere consapevolezza delle potenzialità ed avere coscienza del fatto che ogni territorio deve operare le giuste scelte per diventare protagonisti del suo sviluppo”. Spettacoli si, quindi per Bufardeci, ma da organizzare in base alle scelte ed alle esigenze di chi il territorio lo vive e lo governa direttamente. Ma allora perché la Regione continua a non chiedere il parere degli amministratori di Taormina prima di autorizzare spettacoli al Teatro Antico?
Dice l’assessore Antinoro: “Taormina Musica Estate 2008, rappresenta una rassegna d’interesse nazionale che anima la stagione estiva del Teatro Antico di Taormina, uno dei siti archeologici più importanti di tutta la Sicilia. La manifestazione, che ogni anno riscuote grande successo, si svolge in un sito tra i più suggestivi del mondo: si fondono insieme, infatti, bellezze archeologiche, paesaggistiche e musicali che rendono sempre più incantevoli le serate estive di Taormina. La rassegna, negli anni è diventata la più importante in ambito musicale, contribuendo allo sviluppo turistico, culturale ed economico dell’intera Sicilia”.
Per l’assessore ai BBCC, quindi, gli artisti di Taormina Musica Estate 2008, sono in grado di migliorare l’offerta turistica e, in una certa misura, di dare maggiore lustro ad “uno dei siti architettonici più importanti di tutta la Sicilia”. Così è se vi pare.
E Taormina che fa? Ringrazia. E’ quanto, praticamente fa, il sindaco, Mauro Passalacqua che, sempre sul pieghevole in distribuzione, dice: “Desidero esprimere il più ampio apprezzamento alla Rassegna Taormina Musica Estate 2008. Essa, infatti, nell’offrire un prodotto di alta qualità, è veicolo comunicativo estremamente pregnante dell’immagine della mia città concorrendo in maniera significativa per la densità del messaggio artistico di cui è portatrice”.

Leave a Response