Taormina, Bilancio approvato in extremis

Giuseppe Monaco

 TAORMINA – Il Consiglio comunale ha approvato ieri sera, giovedì 12 giugno, in extremis, il bilancio di previsione per il 2008. E’ stato così evitato che a rendere esecutivo lo strumento finanziario fosse il commissario ad acta nominato dalla Regione. L’assemblea cittadina ha liquidato la questione all’ultimo minuto, a poche ore dal suo scioglimento. A Taormina si vota per le amministrative domenica e lunedì. Martedì 17, quindi, a palazzo del Municipio ci saranno nuovi inquilini. Secondo quanto sostiene il presidente uscente, Giuseppe Composto, approvare il bilancio è stato un atto di responsabilità. Certo è che il bilancio poteva essere varato prima invece che all’ultimo momento. Ora, comunque, la situazione si è risolta. Almeno così pare. Le norme sono state rispettate. Non si può dire lo stesso dal punto di vista squisitamente politico. Cosa accadrà, c’è da chiedersi infatti, quando a Palazzo dei Giurati ci sarà un nuovo sindaco, una nuova giunta ed un nuovo consiglio comunale? Difficile prevederlo. E’ vero, però, che i nuovi amministratori potrebbero ritenere non idoneo, rispetto ai loro programmi, quanto deciso e programmato dal consiglio uscente su proposta del commissario straordinario che ha, praticamente, concluso il suo mandato. Si può, quindi, credere che, a proposito di scelte, di progettazione, di assegnazione dei fondi comunali, di recupero crediti, di tasse comunali, insomma di programmazione, si tornerà a discutere tra breve, tra qualche giorno. Possibile anche una rivisitazione del bilancio approvato ieri sera.

Leave a Response