Messina, supermarket della droga in pieno centro

MESSINA – I finanzieri della Compagnia di Messina hanno arrestato tre giovani messinesi per reati legati allo spaccio di sostanze stupefacenti.
Gli uomini delle Fiamme Gialle, dopo aver notato un insolito “pellegrinaggio” di giovani, alcuni dei quali tossicodipendenti, in un immobile ubicato in una delle traverse di Via Pietro Castelli, ha deciso di fare irruzione in un appartamento al secondo piano di una palazzina, all’interno del quale sono stati sorpresi tre giovani di 20 anni, C.A., M.A. e T.L. intenti a confezionare diverse tipologie di sostanze stupefacenti. Dopo un’accurata perquisizione all’interno dell’appartamento, i finanzieri si sono resi conto di trovarsi in presenza di un vero e proprio “supermercato della droga leggera”.
Più in particolare sono stati scovati all’interno del cassetto di una scrivania in uso al ventenne C.A., 50 grammi  di marijuana già suddivisa in 32 dosi confezionate con carta di alluminio, un pezzo di hashish di circa 10 grammi, 2 pasticche di ecstasy, nonché un involucro di cellophane contenente 14 grammi di chetamina, 951 semi di canapa indiana e 12 grammi di rametti di canapa indiana pronte per essere immesse sul mercato messinese, dove avrebbero fruttato circa 1.000 euro.
A completare l’inventario, è stato il ritrovamento di un bilancino di precisione, nonché due coltelli utilizzati per tagliare di volta in volta le quantità richieste. Inoltre, a testimonianza dell’illecita e fiorente attività, sono stati anche sequestrati 1.200 euro in banconote di vario taglio, presumibilmente provento dello spaccio quotidiano.

Leave a Response