A Taormina non sventola la bandiera blu

TAORMINA- Taormina, nel suo pacchetto turistico, non offrirà, nemmeno per il 2008,  la bandiera blu della Fee, Fondazione per l’educazione ambientale. Anche per quest’anno, la “capitale” del turismo siciliano non ha partecipato alla speciale selezione che è diventata un vero e proprio status simbol per le località balneari. Per ottenere la bandiera blu, i comuni devono iscriversi ad una sorta di competizione e fornire una lunga serie di dati, non tutti legati strettamente alla qualità delle loro spiagge. La commissione del Fee, infatti, prende in esame anche le strutture di pronto soccorso e l’accessibilità per i disabili. Ma se manca la bandierina blu a Taormina, negli ultimi anni, sono, invece arrivate segnalazioni di piena sufficienza dalla Goletta verde di Legambiente a dimostrazione che il litorale taorminese è da considerare perfettamente fruibile. Una osservazione che merita una riflessione visto che, a soli 3 o 4 chilometri da Taormina, il Fondo ha assegnato il suo riconoscimento alle spiagge di Fiumefreddo che sul piano logistico non sono certamente più attrezzate di quelle di Isolabella, Mazzarò, Spisone, Villagonia e Mazzeo.
Le bandiere blu, quindi, non sono la sola patente di balneabilità. Il caso Taormina non è il solo a fare notizia. Nell’elenco per il 2008, infatti, mancano altre località come l’Isola d’Elba, le Tremiti, le Eolie ed il Salento che gli amanti del mare giudicano tra le più attrezzate e pulite. Per quanto riguarda la Sicilia, le bandiere blu, assegnate sono 4. Con Fiumefreddo in provincia di Catania, sono state selezionate Pozzallo, Menfi e Marsala.
 Per quanto riguarda le altre regioni Toscana e Marche hanno ottenuto 15 bandiere. La Liguria 14, l’Abruzzo 13.Seguono la Campania (11), l’Emilia Romagna (8), Puglia e Veneto (5), La Calabria (3), la Basilicata (1).

Leave a Response