Tennis. Il Tc Junior guarda al futuro

S. TERESA – Un secondo posto finale che sa di beffa per il Tennis Club Junior S. Teresa nel campionato di Seconda divisione Fit. I santateresini hanno infatti raccolto gli stessi punti del Tc Patti ma in virtù del regolamento, che a parità di punteggio premia la formazione con il maggior numero di vittorie, hanno dovuto dire addio ai sogni di promozione. In Prima divisione ci va il Patti, mentre al Tc Junior resta la consapevolezza di aver disputato un buon torneo ma anche tanto rammarico, soprattutto per aver perso il punto decisivo, quello del sorpasso, proprio nello sconto diretto con i pattesi. “Onore al Patti – spiega il capitano Giuseppe Scarcella – a noi non resta che guardare avanti, seppur con tante incertezze, come quella di un organico ormai ridotto all’osso e che non riusciamo a rinnovare”. Manca il ricambio generazionale e non basta il solo Scarcella che, a suon di risultati e belle prestazioni, rappresenta l’unico punto fermo per il futuro. Certo l’altro singolarista, Pippo Oteri, 53 anni ma ancora tanta grinta, non farà mancare il proprio apporto. Così come i doppisti Claudio Armellini, Andrea La Valle e Francesco di Pasquale, che però non riescono a trovare la giusta continuità. E alle porte c’è già il campionato Uisp e subito dopo il torneo federale di D2, dove bisognerà puntare alla salvezza. In quest’ottica, il presidente Angelo Campagna deve necessariamente rinforzare la “rosa”.

Leave a Response