Guardie mediche, tagli rinviati al 17 gennaio

Da lunedì 17 gennaio saranno chiuse 54 Guardie mediche in Sicilia, tra cui 18 in provincia di Messina. La conferma arriva dall’assessorato regionale alla Sanità dove ieri si è svolto un altro incontro alla presenza di alcuni sindaci delle località maggiormente penalizzate dal decreto.
Da oggi si apre dunque un periodo di confronto per stabilire quali saranno i presidi da eliminare e quali, eventualmente, da salvare. In questa fase interverranno anche le organizzazioni sindacali: il 9 gennaio a Palermo sarà il loro turno di “dibattimento”. Ma intanto i sindaci della riviera jonica sono pronti a difendere a spada tratta le guardie mediche. Ieri sera su Tele90, nel corso della trasmissione Agorà, il sindaco di Alì Terme Lorenzo Grasso ha dichiarato che, se sarà necessario, gli amministratori sono pronti a manifestazioni eclatanti di protesta, persino a bloccare l’accesso ai traghetti che operano nello Stretto.

NEL TG90 DEL 29 DICEMBRE L’INTERVENTO DEL SINDACO GRASSO DURANTE LA TRASMISSIONE AGORA’

Leave a Response