Taormina, una task-force in difesa dell’ospedale

TAORMINA – Una task-force, composta da sindaci del comprensorio jonico e dell’Alcantara e primari, si recherà a Palermo nei prossimi giorni, per incontrare l’assessore regionale alla Sanità Roberto La Galla e far sentire la propria voce in merito alla necessità di garantire un futuro d’eccellenza all’ospedale S. Vincenzo di Taormina. E’ quanto emerso al termine dell’incontro svoltosi questa mattina all’ospedale di contrada Sirina, al quale hanno partecipato  primari, sindaci, amministratori e consiglieri comunali dei 32 comuni del Distretto sanitario taorminese per protestare contro gli annunciati tagli nei servizi del nosocomio. Al vertice sono anche intervenuti gli onorevoli Nino Bennati e Stagno D’Alcontres. Al tavolo con loro il vicesindaco di Taormina Eligio Giardina, perlatro medico e il direttore sanitario del S. Vincenzo Francesco catalfamo. Numerosi gli interventi ed anche parecchio incisivi e preoccupanti per il futuro del presidio taorminese. “Sono interessati nel programma di ridimensionamento – ha spiegato in apertura di lavori il vice sindaco di Taormina, Eligio Giardina – reparti di alta specializzazione come emodinamica ed oncologia ma si parla anche di altri settori. La Regione ha anche ipotizzato un ridimensionamento di cardiologia. Intendiamo difendere – continua – un  ospedale che ha raggiunto una posizione d’avanguardia nel panorama medico del sud Italia e che, per non si sa quali calcoli, si vuole smantellare”.
Preoccupazioni rilanciate dal primario di cardiologia Rosario Eolo e dal primario di chirurgia generale oncologica Vincenzo Panebianco.
L’on. Nino Beninati, assessore regionale alla Cooperazione, ha detto che da deputato messinese ci tiene particolarmente al futuro dell’ospedale di Taormina e che comunque teme che ci possa essere un manovratore oscuro che periodicamente crea allarmismi e preoccupazione.
NEL TG 90 DEL 14 DICEMBRE LE IMMAGINIE  LE INTERVISTE REALIZZATE AL VERTICE DI TAORMINA

Leave a Response