Messina: ”una città al fallimento, non governata”

MESSINA – “Bisogna riflettere su quanto accaduto in città questa settimana. Il vecchio modo di amministrare e gestire sia il Comune che le Aziende partecipate e municipalizzate non è più proponibile”. E’ quanto afferma il segretario generale della Cisl di Messina Maurizio Bernava dopo la dura giornata di protesta in diversi settori lavorativi a Messina. “Paghiamo e scontiamo il ritardo di almeno sette anni di mancanza di scelte strategiche – continua Bernava -. Adesso la città deve darsi e chiedere strumenti straordinari per uscire dalla crisi e confidiamo nella disponibilità el Prefetto Alecci come punto di forza. I conflitti sociali di queste settimane, le crisi strutturali di Messina Ambiente e  Atm oggi, e tra poco i Servizi sociali, con le loro dure vertenze, sono l’epilogo di una citta’ al fallimento. Una citta’ non governata da troppi anni che senza risorse per gestione corrente e senza margini per investimenti è sprovvista di una nuova progettualità per lo sviluppo e per la modernizzazione. Per tale motivo – conclude Bernava – la Cisl ritiene che il “Tavolo Istituzionale per Messina” richiesto dal Prefetto, dalle Organizzazioni sindacali e imprenditoriali, è uno strumento indispensabile che deve essere sostenuto anche da tutte le rappresentanze politiche parlamentari per chiedere al Governo Prodi il suo immediato insediamento”.

Leave a Response