Taormina. Recuperati gioielli rubati ad antiquario

TAORMINA – Una collana in oro tempestata di smeraldi, un binocolo in oro e madreperla in stile “Luigi XIV” di fattura francese, due paia di orecchini con perle e brillanti ed una piccola borsetta a mano completamente smaltata e decorata in oro. E’ questa la refurtiva recuperata dai carabinieri della compagnia di Taormina al termine di accurate indagini. I preziosi, per un valore di mercato di circa 50mila euro, erano stati sottratti lo scorso 19 novembre dall’abitazione di un antiquario taorminese, mentre lo stesso si trovava al lavoro.
Le indagini dei militari dell’Arma, coordinate dal capitano Domenico Albanese, hanno portato al fermo di due conviventi taorminesi, già noti alle forze dell’ordine, bloccati proprio mentre erano intenti a lasciare la “Perla dello jonio” per andare, probabilmente, a “piazzare” la refurtiva altrove. I carabinieri alla vista dei gioielli hanno subito avuto la certezza che la ricerca si era conclusa in maniera positiva. Visibilmente felice l’antiquario perché quei gioielli, oltre all’elevato valore sul mercato, erano per lui un bene di impagabile valore affettivo, avendoli ricevuti in eredità dai suoi avi.
Considerato l’elevato valore dei preziosi, stimato dalla nota casa d’aste inglese “Christies” in circa 50mila euro,  il bottino avrebbe certamente permesso ai due ladri un lungo periodo di “tranquillità” lontano da Taormina.
Le indagini dei carabinieri proseguono adesso senza sosta alla ricerca della merce trafugata in altri furti in abitazione, denunciati alla stazione carabinieri negli ultimi mesi.

Leave a Response