Referendum, 12 deputati in sintonia con l’on. De Luca

PALERMO – Continua a riscuotere consensi il referendum proposto dall’on. Cateno De Luca sulla compatibilità dei deputati regionali alla contemporanea carica di presidente della Provincia o di sindaco di un Comune con popolazione superiore a 20 mila abitanti.  Già 12 deputati hanno annunciato che la prossima settimana sottoscriveranno l’adesione  al referendum confermativo. Se si giungesse a quota 18, verrebbe meno la necessità di raccogliere le 100 mila firme per l’indizione del referendum. Infatti, l’art. 4 della legge regionale n. 14 del 23 ottobre 2001, prevede che il referendum confermativo può essere richiesto anche da almeno un quinto dei componenti dell’assemblea regionale e cioè da 18 parlamentari regionali in carica. Invece, l’art. 5 della medesima legge, in alternativa, prevede che almeno 100 mila elettori possano richiedere l’indizione del referendum confermativo. Gli onorevoli Cateno De Luca e Nunzio Maniscalco (gruppo Dca-Sicilia Vera), Giuseppe Basile e Giuseppe Gennuso (Mpa), Simona Vicari, Antonino D’Asero e Giulia Adamo (Forza Italia), Maurizio Ballistreri, Francesco Cantafia  e Salvatore La Manna (Uniti per la Sicilia), Francesco Rinaldi e Giuseppe Laccoto (Pd), hanno manifestato la volontà di avanzare alla segreteria generale dell’assemblea regionale siciliana la richiesta di referendum confermativo ai sensi dell’art. 17 bis dello statuto della Regione.
“Se almeno altri 6 colleghi parlamentari – ha dichiarato l’on. Cateno De Luca, promotore del referendum di iniziativa popolare, aderiranno alla richiesta parlamentare di indizione di referendum confermativo come hanno già fatto gli altri 12 colleghi, che ringrazio per il loro coraggio e la loro obiettività, eviteremo di raccogliere le 100 mila firme. Spero – prosegue De Luca – che la prossima settimana ci sia una sonora risposta di almeno 18 parlamentari regionali che nonostante le pressioni e le minacce vorranno dimostrare al popolo siciliano che non fanno parte della casta e non hanno paura dei “pupari”. Comunque –  conclude De Luca  – sulla Gazzetta ufficiale della Regione siciliana di oggi è già stato pubblicato il quesito referendario e di conseguenza inizieremo la raccolta delle firme in tutte le province della Sicilia sperando di avere il sicuro sostegno del popolo siciliano”.

Leave a Response