Nubifragio, sopralluogo assessore regionale Interlandi

“Un disastro annunciato”. E’ stato questo il commento dell’assessore regionale al Territorio ed ambiente, Rossana Interlandi, che ha effettuato questa mattina un sopralluogo nei comuni di Alì Terme, Scaletta Zanclea e Roccalumera, una delle zone più colpite dal nubifragio che la scorsa settimana ha investito l’hinterland jonico.
Insieme all’assessore Interlandi vi era il direttore regionale della Protezione civile, Salvo Cocina e dal dirigente del servizio tutela del territorio dell’assessorato, Giovanni Arnone. Ed ancora, gli on. Carmelo Lo Monte e Giovanni Ardizzone  e l’assessore regionale alla Cooperazione Nino Bennati. “La situazione è critica – ha detto la Interlandi – per la popolazione e per le aziende che operano sul territorio e che hanno subito danni ingenti. A questo proposito è indispensabile che vengano attivate procedure d’urgenze, mi riferisco alle forniture di energia elettrica, alle linee telefoniche ed a tutte le altre utenze per consentire alle imprese di riprendere al più presto l’attività”.
I sopralluoghi si sono conclusi con una riunione al Comune di Roccalumera, nell’aula consiliare. Hanno partecipato sindaci e amministratori dei comuni colpiti giovedì scorso dal nubifragio.
Erano presenti il sindaco di Roccalumera Gianni Miasi, di Pagliara Santino Di Bella, Alì (Titta Di Blasi), Itala (Antonio Miceli), S. Teresa (Alberto Morabito), S. Alessio Siculo (Giovanni Foti), Furci (Sebastiano Foti), e Mandanici (Matteo Scoglio). Per Alì Terme e Fiumedinisi erano presenti i presidenti dei Consiglio comunali Nino Muscarello e Domenico Cascio. Tra gli intervenuti anche il consigliere provinciale Giuseppe Lombardo.
Interlocutori, oltre all’assessore regionale al territorio ed Ambiente Interlandi, il direttore generale del dipartimento regionale della protezione civile ing. Salvatore Cocina e i deputati Lo Monte, Beninatie  Correnti.
Gli amministratori hanno messo sul tappeto le ansie della popolazione e chiesto agli interlocutori risposte certe sulle iniziative da intraprendere.

Intanto, la Provincia regionale ha dichiarato lo stato di calamatà naturale per i villaggi a sud di Messina e dei paesi del versante ionico colpiti dal nubifragio di giovedì scorso.
AMPIO SERVIZIO E INTERVISTE NEL TG 90 DEL 29. 10. 07

Leave a Response