Roccalumera. I Lions e la ”Terapia del dolore”

ROCCALUMERA – “La terapia del dolore. I Lions al servizio di chi soffre”: questo il tema di un partecipato convegno organizzato dal Lions Club di S. Teresa di Riva che ha avuto luogo sabato sera, a Roccalumera, nei saloni di Villa Carrozza. Un incontro di alto profilo, per la qualità dei relatori e per l’importanza del tema affrontato. Il dolore, nelle sue varie forme, è uno dei mali peggiori che affligge la società e alla sofferenza, come è stato più volte ribadito, non si può rispondere con il silenzio e l’indifferenza, atteggiamenti che spesso fanno rima con ignoranza. Occorre dunque diffondere la conoscenza della terapia del dolore, sia nei medici che nei pazienti, una metodologia che si è fatta strada solo negli ultimi anni e che mette al centro non la malattia ma il paziente, restituendogli dignità e donando conforto e sostegno alla famiglia.
Ha fatto gli onori di casa la presidente del Lions Club S. Teresa di Riva Agostina La Torre. I lavori, coordinati dal past governatore del distretto Lions siciliano, Rosario Cacciola, sono poi entrati nel vivo con le relazioni tecniche di tre stimati professionisti dell’ospedale “S. Vincenzo” di Taormina. Il dott. Giovanni Vega ha parlato della normativa sui farmaci analgesici, la dott.ssa Maria Antonietta Venia si è occupata del dolore post-chirurgico, mentre il prof. Filippo Bellinghieri, primario del reparto di Rianimazione e Anestesia del nosocomio taorminese, ha centrato il suo intervento sul dolore cronico. Numeri alla mano, Bellinghieri ha fatto il punto della situazione, spiegando che la terapia del dolore non si rivolge solo a quello oncologico, come si potrebbe pensare, ma anche al dolore cronico benigno,  che interessa la gran parte dei pazienti.

NEL TG90 DEL 22 OTTOBRE AMPIO SERVIZIO E INTERVISTE

Leave a Response