Roccalumera. Fecero prostituire una 17enne, condannati

MESSINA – Il tribunale di Messina ha inflitto complessivi 20 anni di carcere a quattro persone ritenute protagoniste di una squallida storia che ha visto al centro una ragazza 17enne psicolabile di Roccalumera che, suo malgrado, era costretta a prostituirsi con gente anziana. La vicenda risale ad alcuni anni addietro. Gli imputati dovevano rispondere di violenza sessuale e sfruttamento della prostituzione:  la madre della povera giovane è stata condannata a 6 anni di reclusione e scarcerata per indulto; il convivente di quest’ultima, che doveva pure rispondere di violenza sessuale, 7 anni; un amico di famiglia, 5 anni, e il fidanzato della ragazza, 2 anni. L’accusa aveva chiesto pene più severe. Stando a quanto emerso dal dibattimento processuale la 17enne era stata costretta a prostituirsi in una casetta delle campagne di Roccalumera. Pare che i clienti abituali fossero soprattutto pensionati del luogo. Si sa che nei piccoli paesi le voci girano e così arrivarono anche alle orecchie dei carabinieri della locale caserma che, a conclusione di una serie di indagini e superando l’inevitabile muro omertoso, scoprirono lo squallido intreccio.
 
 

Leave a Response