Taormina. Parcheggi, la Cisl chiede di rividere tariffe

TAORMINA – La Fisascat Cisl, Federazione Sincadati addetti ai servizi commerciali e affini del turismo, ha scritto al sindaco di Taormina, al presidente del Consiglio comunale, alla giunta e al Consiglio comunale della città jonica, dopo avere riscontrato che nessun atto consequenziale a una riunione di inizio settembre è stato adottato per la riconsiderazione delle tariffe di sosta a pagamento presso il parcheggio di Porta Catania.
“In una città come Taormina che vive di presenze turistiche – si legge nella lettera dei segretari territoriali della Fisascat Cisl, Pancrazio Di Leo e Francesco Rubino, indirizzata per conoscenza anche al Prefetto di Messina e al Presidente dell’ASM di Taormina – l’economia turistica è possibile grazie a tutti i lavoratori che giornalmente raggiungono il posto di lavoro a Taormina.E’ inaccettabile chiedere a tutti i lavoratori di pagare cifre esose per il parcheggio e/o, addirittura, non potere dilazionare in più mesi il pagamento dell’abbonamento annuale”.
La Fisascat chiede un intervento immediato dell’Amministrazione comunale di Taormina, altrimenti sarà costretta alla mobilitazione generale delle maestranze.

Leave a Response