Guardie mediche: sindaco di Savoca scrive ai colleghi

SAVOCA – Il sindaco di Savoca, Nino Bartolotta, in qualità di presidente provinciale dell’Anci, ha scritto una lettera ai colleghi dei Comuni colpiti dal provvedimento di soppressione delle Guardie mediche disposto dall’Ausl 5 di Messina. Indetta una riunione operativa che si terrà lunedì, alle 17,30, presso il Comune di S. Teresa di Riva. Di seguito riportiamo il testo integrale della missiva inviata da Nino Bartolotta ai colleghi sindaci.
“Cari colleghi, con il primo provvedimento di soppressione di 14 guardie mediche in Provincia di Messina, dobbiamo rilevare con amarezza, come gli interessi e i bisogni delle comunità locali che noi tutti siamo stati chiamati ad amministrare, nella logica della gestione verticistica  del territorio da parte del  Governo Regionale, siano stati pesantemente lesi. Ancora una volta, la richiesta di concertazione, di dialogo e di confronto con le amministrazioni comunali su un tema assai importante qual è quello della sanità in Sicilia e del relativo “Piano tagli” previsto dal competente Assessore Regionale, non è stata pressoché presa in considerazione.  Anche in questa occasione, (come in tante altre) noi Sindaci siamo costretti ad apprendere dai media l’adozione ed il contenuto di un provvedimento così importante che riguarda la tutela e il diritto alla salute delle comunità che amministriamo. Un provvedimento, basato su criteri e parametri di valutazione oggettivamente poco chiari e che repentinamente abolisce ben 14 guardie mediche in Provincia di Messina, nelle more che se ne individuino e chiudano altrettante entro e non oltre il 2008. Una operazione chirurgica (tanto per restare in tema) a cui sembra farà seguito quasi certamente il taglio di almeno 30 postazioni del 118 in tutta la Sicilia al fine di contenere ed evitare, sulle sole spalle del contribuente e delle comunità locali, il collasso della sanità siciliana per le troppe spese. Solo “parole” le proposte (peraltro neanche valutate) formulate nelle varie riunioni tenutesi nei mesi scorsi, tra le municipalità della nostra Provincia, l’ordine dei medici e i sindacati di categoria, e finalizzate alla stesura di una piano di razionalizzazione delle guardie mediche concertato con le esigenze e le peculiarità del territorio. E’evidente lo scetticismo sul nobile fine di un siffatto “piano tagli” quando a tutt’oggi non ci sembra di intravedere alcuna intenzione del Governo Regionale ad intervenire sugli effettivi sprechi e su quei capitoli di spesa che, ormai da anni, hanno realmente portato al collasso economico la Sanità Siciliana. Ancora una volta (vedi in precedenza l’imposizione degli ATO, e/o tagli di trasferimenti ai comuni) e ormai per troppe volte, cari colleghi, dobbiamo registrare come il ruolo del Sindaco nella gerarchia politica e gestionale della Regione Siciliana sia ormai ridotto ad un semplice esecutore materiale  di ordini!
Ciò premesso, al fine di confrontarci sulla problematica in oggetto indicata, Ti invito ad intervenire alla riunione che si terrà lunedì 24 settembre alle ore 17.30,  presso il Comune di Santa Teresa di Riva”.

Leave a Response