Roccalumera. Furto e resistenza, due in manette

ROCCALUMERA – Resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. Sono i reati
di cui si è reso responsabile un uomo di 37 anni, arrestato dai carabinieri di Roccalumera. L’uomo a bordo del suo motociclo non si è fermato all’alt in un posto di blocco. Ha tirato dritto poiché non in regola coi documenti assicurativi e privo di casco. Durante la corsa ha pure urtato un’autovettura, danneggiandola. È stato inseguito e bloccato dai militari dell’Arma roccalumerese, che hanno agito sotto le direttive del maresciallo Santo Arcidiacono. L’ uomo viaggiava insieme ad un altro passeggero. Processato per direttissima al Tribunale di Messina, il 37enne è stato condannato a 4 mesi di reclusione e 400 euro, pena sospesa.
Sempre i carabinieri di Roccalumera hanno effettuato un secondo arresto, lo scorso fine settimana, per furto aggravato con destrezza. In manette è finito un 25enne di Savoca, Natale Trimarchi. Ha portato via il borsello di un uomo di Roccalumera ed ha trafugato il telefono cellulare della figlia, che erano stati posti in un passeggino nei pressi di un’autolavaggio dove l’uomo si era recato per pulire la macchina. L’episodio è stato denunciato ai carabinieri di Roccalumera, che hanno intercettato ed arrestato il giovane savocese. Processato per direttissima ha patteggiato 6 mesi e 300 euro di ammenda, pena sospesa.

Leave a Response