Taormina. Passeggiare a torso nudo ‘costa’ 500 euro

TAORMINA – Costerà fino a 500 euro passeggiare e sostare a torso nudo nel centro storico di Taormina. La stessa ammenda è prevista per chi sarà sorpreso a consumare cibo al di fuori delle aree autorizzate. E’ quanto stabilisce un’ordinanza del sindaco di Taormina che ha, in questa maniera, inteso porre fine ad un fenomeno che, negli ultimi tempi, è diventato una vera e propria emergenza. Le due ordinanze sono state presentate oggi nel corso di una conferenza stampa. “L’intenzione –dice il vice sindaco, Eligio Giardina- è quella di evitare spettacoli che non aiutano a mantenere il decoro della città e la sua immagine. In pratica –continua- abbiamo ripreso una disposizione dettata oltre 25 ani fa ma che non era stata applicata con determinazione e successo anche perché, allora, non era stata prevista alcuna ammenda. Questa volta, invece, è stato indicato il valore delle multe. I trasgressori rischiano di essere chiamati a pagare da un minimo di 25 ad un massimo di 500 euro”.
L’ordinanza si è resa necessaria a seguito delle innumerevoli proteste dei cittadini e degli operatori turistici ma anche per tutelare il patrimonio storico, architettonico e culturale del centro di Taormina dove sono presenti monumenti d’inestimabile valore. E’ recente, per esempio, la constatazione che la Fontana della Centauressa, simbolo della città, la cui effige è inserita nel gonfalone comunale, è diventata una sorta di camera da pranzo a cielo aperto a disposizione di quanto acquistano prodotti da rosticceria e bibite nei locali che si trovano nell’area di piazza Duomo. “Lo stesso capita in Piazza IX Aprile, in piazza S. Caterina e nei pressi del Teatro Antico. Nella fontana della centauressa –commenta Giardina- abbiamo dovuto disporre un intervento di pulizia straordinaria. Con un solo intervento, però, non è stato possibile eliminare tutta la sporcizia accumulatasi. Per questo, sarà necessario un nuovo intervento o forse anche l’utilizzo di prodotti speciali. In questo caso, chiaramente, cercheremo la collaborazione della Soprintendenza”.
“Così com’è stato fatto recentemente in altre località –commenta il sindaco- la misura adottata consentirà la libera fruizione del centro storico e dei suoi spazi da parte di tutti, cittadini e turisti. Il provvedimento arriva a fine agosto perché abbiamo voluto effettuare un monitoraggio della situazione prima di arrivare ad interventi di repressione. La vecchia ordinanza, varata a Taormina molto prima d’altre località turistiche italiane, si basava solo sull’opera di convincimento degli operatori della Polizia Municipale. Ora invece, i trasgressori rischiano delle multe salate”.
Nella stessa conferenza stampa, l’amministrazione comunale ha presentato una nuova versione del piano viabilità. “Abbiamo cercato di tenere conto delle esigenze dei cittadini e delle categorie produttive. Nel dettaglio, però, -dice D’Agostino- si punta ad ampliare l’isola pedonale del centro storico”.

Leave a Response