Poste Italiane, dal 2008 nessuna chiusura estiva

ANTILLO – Novità positive per i paesi collinari e della riviera con meno di 5 mila abitanti  riguardo il grave problema dell’apertura limitata a soli 3 giorni settimanali degli uffici postali. Lo si evicence da una nota che il Ministero delle Comunicazioni ha inviata a Poste Italiane e per conoscenza al sindaco di Antillo Antonio Di Ciuccio.
E’ giunta infatti in municipio una nota del Ministero delle Comunicazioni, inviata a Poste Italiane e per conoscenza al sindaco di Antillo, Antonio Di Ciuccio.
La novità più importante è che dal 2008 nei Comuni con popolazione uguale o inferiore a 5000 abitanti, con un solo ufficio postale, non sarà più possibile applicare riduzioni giornaliere o orarie e che, comunque, le stesse saranno applicabili solo se entro 10 Km di distanza c’è un ufficio postale regolarmente aperto e collegato con il trasporto pubblico.
Il ministero ha dunque condiviso le motivazioni prodotte dal primo cittadino a sostegno della tesi che per l’utenza antillese è insostenibile il disagio derivante dall’apertura a giorni alterni dell’ufficio postale. Utenza costretta a lunghe code senza effettive alternative, in quanto l’ufficio postale più vicino dista circa 20 Km. Il Ministero delle Comunicazioni – nella nota – ha affermato che le motivazioni alla base della determinazione della riduzione del servizio non possono far dimenticare il ruolo sociale svolto dalla rete postale pubblica che, peraltro, beneficia del finanziamento da parte dello Stato. Di conseguenza, il Ministro delle Comunicazioni ha stabilito disposizioni puntuali sul piano di rimodulazione delle aperture estive giornaliere ed orarie degli uffici postali con relativi standard minimi di servizio ed obblighi di informazione.
Il sindaco di Antillo, Antonio di Ciuccio, ha espresso viva soddisfazione per la nota del Ministero delle Comunicazioni, che accoglie pienamente le richieste inoltrate nelle scorse settimane a Poste Italiane e rispetto alle quali era stato sensibilizzato anche il Prefetto di Messina.

Leave a Response