Antillo. Si celebra la ”Giornata dell’emigrante”

ANTILLO – Si celebrerà domenica, nell’ambito delle manifestazioni estive, la quinta “Giornata dell’emigrante”, che l’Amministrazione Comunale dedica a tutti gli antillesi sparsi nel mondo e che in questo periodo rientrano per un meritato periodo di riposo.
Fin dal 2003, l’Amministrazione Comunale presieduta dal sindaco Antonio Di Ciuccio ha istituito la giornata dell’emigrante, allo scopo di esprimere i sentimenti di affetto e stima che la comunità antillese ha nei confronti dei tanti concittadini che hanno dovuto abbandonare il paese per motivi di lavoro e di famiglia ma che hanno sempre mantenuto un legame forte, vivo e profondo con il luogo natio.
In particolare, quest’anno, la celebrazione assume un rilievo speciale, in quanto l’Amministrazione Comunale ha commissionato all’artista Enrico Salemi la realizzazione di un monumento dedicato agli emigrati antillesi, che è stato posto sul marciapiedi antistante la Biblioteca Comunale e che verrà inaugurato proprio la sera della “Giornata dell’emigrante”.
Nel corso della serata, è prevista la S. Messa officiata da Padre Don Egidio Mastroeni, la celebrazione del centenario della locale Banda Musicale a cui tutta la comunità antillese è fortemente legata, la degustazione di pane condito e cuzzola fritta e al forno.
Al termine della manifestazione, a tutti gli emigrati presenti in piazza sarà donata una riproduzione in miniatura del monumento agli emigrati antillesi.
Il sindaco Antonimo Di Ciuccio ha manifestato la sua soddisfazione per essere riusciti a dare un segnale tangibile e duraturo a testimonianza dei legami indissolubili che Antillo ha con i suoi concittadini emigrati in tutte le parti del mondo e ha espresso il proposito di continuare a dedicare momenti di riflessione e di incontro anche per il futuro, nella consapevolezza dell’importanza di tenere sempre saldo il rapporto con la comunità antillese nella sua globalità.

Leave a Response