Taormina sede ideale per eventi culturali

TAORMINA – “Ormai è più che evidente: Taormina è sede ideale per eventi culturali di grande spessore. Su questa strada si sta muovendo l’amministrazione alla luce dei risultati ottenuti in quest’estate. Il riferimento è alle mostre delle opere grafiche di Cagli e, soprattutto, alla presenza a Palazzo Corvaja dei due quadri di Antonello Da Messina, “Annunciata” e “Ritratto d’ignoto”. I numeri sull’affluenza parlano in maniera eloquente, ma sono più interessanti i consensi raccolti tra i visitatori”.
La dichiarazione è del vice sindaco ed assessore ai Beni culturali, Eligio Giardina che ha, così, voluto commentare le statistiche rese note da Taormina Arte che, per conto del Comune, cura il servizio accoglienza e la biglietteria delle mostre.
Dal primo luglio all’8 agosto, a Palazzo Corvaja, per ammirare i capolavori di Antonello, hanno fatto la fila 11.203 persone, con una media di 228 al giorno. “Si tratta –dice Giardina- di numeri importanti se si considera che nella sala dove sono esposti i due quadri, per motivi di sicurezza e per le regole imposte dalla Soprintendenza, possono accedere solo trenta persone alla volta. Sino al 20 agosto, quando i due quadri partiranno per Cefalù, sono convinto che si arriverà ad un totale di almeno 18.000 visitatori”.
“E’ stato un vero successo. Antonello da Messina ha incantato quanti hanno scelto Taormina per le loro vacanze. Un risultato che –dice l’assessore al Turismo, Salvo Cilona- non mancherà di convincere l’assessore regionale ai BBCC, Lino Leanza- che questa città ha tutte le caratteristiche per essere scelta come sede di eventi di questa levatura. La Regione, insomma, deve capire che vale la pena investire su Taormina come città d’arte oltre che capitale del turismo siciliano. E’ questa la carta da giocare. Lo riferisce anche un recente studio della Società geografica italiana interamente dedicato al turismo e pieno zeppo di dati, descrizioni ed indicazioni. Sole, spiagge e mare non incantano più. E’ importante puntare sulla cultura”.
 “A proposito di cultura –aggiunge Cilona- è bene ricordarsi del cartellone di Taormina Arte che comprendeva veri e propri eventi. Non voglio commentare gli altri spettacoli “indipendenti” che hanno trovato ospitalità al Teatro Antico. Certe performances, così come ha detto ufficialmente l’assessore Leanza, non troveranno più ospitalità nel nostro Teatro”.     

Leave a Response