Guardia Costiera, ‘mare sicuro’: multe per 46 mila euro

Bilancio assolutamente positivo quello che ha fatto registrare, nel mese di luglio, l’operazione “Mare Sicuro 2007” predisposta dalla Capitaneria di Porto Guardia Costiera di Messina, operazione che durerà fino alla metà del mese di settembre.
Complessivamente sono stati rilevati 76 illeciti amministrativi. Nella maggior parte dei casi si è trattato di violazioni delle ordinanze balneari da parte dei gestori di lidi. Tra le principali mancanze riscontrate: l’assenza dei bagnini, delle dotazioni di sicurezza e di appositi corridoi di lancio per le imbarcazioni. Al proposito, sono stati elevati verbali per circa 46mila euro. Tre i reati riscontrati sull’area demaniale. Si tratta di manufatti e verricelli realizzati abusivamente.
Per quanto riguarda le attività dei mezzi navali della Guardia Costiera, sono state condotte in porto 13 operazioni di soccorso e assistenza, per un totale di 37 persone assistite. Ventidue i verbali amministrativi elevati in questo settore.
Accanto ad una capillare attività di polizia preventiva e repressiva disposta dal Capitano di Vascello, Antonino Samiani, sono da registrare le iniziative assunte dallo stesso Comando per la tutela di quegli interessi pubblici sottoposti istituzionalmente all’attenta responsabilità della Guardia Costiera.
Da segnalare la maggiore attenzione verso la tutela dell’ecosistema marino ed in special modo nell’area protetta dell’Isolabella di Taormina con l’impiego, nel periodo estivo, di un mezzo nautico della Capitaneria, dislocato nel porticciolo di Giardini Naxos, con personale addestrato per preservare e tutelare l’ambiente.
Particolarmente soddisfatto per i risultati ottenuti il comandante Samiani, per il nuovo ruolo centrale che la Capitaneria di Porto di Messina ha saputo ritagliarsi negli ultimi tempi nelle attività nautico-marittime.

Leave a Response