Emergenza caldo, patto tra Provincia e 108 Comuni

MESSINA – L’assessorato provinciale alla Solidarietà sociale, retto da Pio Amadeo, per contrastare l’eccezionale ondata di calore che si prevede interesseranno l’Italia e la Sicilia in particolare nei mesi di luglio ed agosto, ha ritenuto prioritario e strategico, mettere a punto un “Patto Emergenza Caldo”, redatto e condiviso con i 108 Comuni della provincia di Messina, le realtà sociali di volontariato, protezione civile e  ASL. La Provincia Regionale di Messina, attraverso gli uffici dell’assessorato alla Solidarietà sociale, è stata identificata come centro di riferimento e coordinamento per garantire la tempestiva attivazione di tutti gli interventi (sociali e sanitari) in caso di situazioni di allarme segnalato dall’Ufficio Generale per la Meteorologia, dal Coordinamento Interregionale dei Servizi Meteorologici (Cism), ovvero dal Dipartimento di Protezione Civile, con i quali opererà in coordinamento. Le associazioni di volontariato, di protezione civile e di promozione sociale operanti sui singoli territori della provincia di Messina, hanno messo a disposizione almeno un recapito telefonico, fornendo il servizio di call center ed in molti casi le proprie sedi sociali. La loro funzione sarà quella di veri e propri Custodi sociali, con lo specifico compito di individuare i luoghi, i quartieri, le famiglie e gli anziani che vivono in solitudine o nel disagio.  Il Patto di emergenza prevede che ogni Comune istituisca “un’anagrafe comunale delle fragilità” che, attraverso un processo di screening, consenta di identificare tutti i soggetti appartenenti ad un territorio che sono da considerarsi ad alto rischio in caso di ondate di calore. Il “Patto Emergenza Caldo”, sarà sottoscritto dalla partnership sociale venerdì 13 luglio alle 10.00, nei locali della Provincia Regionale di Messina, Salone degli Specchi, per divenire operativo già dal 16 luglio prossimo.

Leave a Response