Taormina. E’ arrivata l’Annunziata di Antonello

TAORMINA  – “Con l’operazione Antonello da Messina a Taormina ha inizio il nuovo corso che l’assessorato ai BBCC si è dato per quanto riguarda la gestione del patrimonio storico e culturale della Sicilia. Non poteva partire da altra sede: Taormina è il simbolo turistico della Sicilia e città d’arte”. Lo ha detto, stasera, l’assessore Nicola Leanza nel corso della conferenza stampa organizzata alla vigilia dell’inaugurazione della mostra, a Palazzo Corvaja, dell’Annunciata, il capolavoro di Antonello da Messina. L’opera resterà a Taormina sino al 20 di agosto. “Potrà essere facilmente ammirata – ha precisato Leanza – da una parte importante del milione di turisti che nelle prossime settimane visiteranno la capitale del turismo siciliano. L’esperienza che matureremo con quest’operazione sarà la base per continuare in un percorso culturale che vedrà il Palazzo Corvaja di Taormina come sede di una serie di manifestazioni d’altissimo valore. Già a settembre – ha continuato l’assessore – organizzeremo qui un altro evento al quale faranno seguito altri appuntamenti. Il programma è quasi ultimato. Si tratta di definire alcuni particolari che vanno anche confrontati con l’amministrazione ed il Consiglio comunale di Taormina”.
Pezzi importanti del patrimonio artistico della Sicilia, quindi, passeranno da Taormina tra un progetto che: “Vede il Palazzo Corvaja – ha detto Leanza – come palcoscenico unico e di prestigio”.
L’assessore, durante la conferenza stampa ha fatto altre importanti dichiarazioni che hanno a che vedere con il futuro di Taormina. “Niente rock al Teatro Antico a partire dal 2008, non è solo – ha precisato- uno slogan. E’ un impegno che è stato assunto per salvaguardare monumenti come quello di Taormina e per fare in modo che l’offerta turistica e culturale di questa città resti un fatto “esclusivo” e non di semplice “massa”. Abbiamo il dovere di evitare certi di spettacoli possano arrecare danni ai monumenti. Quel tipo d’iniziative si possono organizzare negli stadi”.
Per quanto, infine, riguarda l’Isolabella di Taormina, uno dei simboli naturalistici della Sicilia, Leanza ha dichiarato: “Tra 15 giorni incontrerò il sindaco, la Giunta ed i capigruppo consiliari di Taormina per definire insieme a loro un progetto di valorizzazione e gestione dello scoglio e dell’intera Riserva della quale fa parte”.
“Erano anni che aspettavamo – ha detto il sindaco, Carmelantonio D’Agostino- dichiarazioni ed impegni di questo tipo. Sono davvero orgoglioso per quanto si sta preparando a Taormina e per Taormina. Vedo vicina l’attuazione di una parte importante del programma della mia amministrazione”.
“L’evento taorminese che vede l’Annunciata di Antonello da Messina al centro dell’interesse mondiale, si colloca –ha aggiunto l’onorevole Giovanni Ardizzone, uno degli artefici principali dell’iniziativa legata all’Annunciata- nel più ampio contesto di un recupero degli itinerari antonelliani e della promozione culturale del territorio messinese, in quanto culla del genio di uno dei più grandi artisti rinascimentali. Il tutto – ha concluso Ardizzone- in un contesto di recupero della memoria di Antonello da Messina e nell’ambito di un rilancio dei circuiti turistici legati alle risorse artistiche e culturali del nostro territorio”.

Leave a Response