S. Alessio, scarcerato il macellaio Sebastiano Smiroldo

S. ALESSIO SICULO – Nel tardo pomeriggio di ieri i giudici del Tribunale della Libertà di Messina (presidente Adornato, componenti Micali e Ignazitto) hanno disposto l’immediata scarcerazione del macellaio di Sant’Alessio Siculo Sebastiano Smiroldo, 29 anni, per mancanza di gravi indizi di colpevolezza.
L’uomo, che è assistito dall’avvocato Salvatore Silvestro, era finito in carcere con l’accusa di estorsione ai danni di una studentessa tunisina al termine di un’operazione della squadra mobile di Messina.
Secondo l’accusa iniziale, d’accordo con il padre e un tunisino, avrebbe preteso denaro dalla ragazza per farle ottenere il permesso di soggiorno lavorativo e non quello per motivi di studio. I tre avrebbero preteso 3.000 euro per assumerla regolarmente nella macelleria.

Leave a Response