Taormina. ”Notte bianca”, il sindaco: no a falsità

TAORMINA – “Sono state divulgate, a mezzo stampa ed attraverso volantinaggio, una serie di critiche relative alla manifestazione: ”Notte Bianca a Taormina”. E’ un ”passaggio” del comunicato stampa diffuso da Palazzo dei Giurati e con il quale il sindaco Carmelantionio D’Agostino risponde alle ”accuse” che sono state lanciate all’Amministrazione comunale per quanto riguarda l’organizzazione e la riuscita della manifestazione ”Notte Bianca”.
”Accettiamo le critiche ma respingiamo le falsità ritenendo molte delle accuse assolutamente strumentali, volte a destabilizzare l’attuale Amministrazione Comunale.
”Tali accuse, elencando soltanto gli aspetti negativi della manifestazione, ingigantendo ed alterando i fatti (molti dei quali peraltro risultati falsi) hanno, queste si, danneggiato in maniera inaccettabile l’immagine della città.
”Si è parlato di “indecente sagra di paese”. Si è mai vista una sagra di paesana con l’esibizione di un’Orchestra a plettro, dei Gospel, di tanghi argentini, di brani di Musica classica?
Si è parlato di “una registrazione di incassi per un esiguo numero di ristoranti di un certo targhet”. A noi risulta che è stato difficile accedere in tutti i ristoranti, e non solo del centro storico, perché i tempi d’attesa erano lunghissimi.
”E’ comprensibile che la minoranza – si legge nella nota del Comune –  svolga il proprio ruolo d’opposizione, per nulla condivisibili sono, invece, le volute inesattezze, i toni e i metodi usati da una parte di essa che -celandosi dietro partiti senza sigle e, peggio, dietro la maschera di chi opera nell’interesse della città – ne infanga il buon nome.
E’ inqualificabile il comportamento del consigliere di “maggioranza” che, atteggiandosi a primo della classe, cela la propria frustrazione mettendosi in evidenza attraverso articoli di giornale e mozioni ad effetto evidenziando, così, la posizione ambigua di chi gioca con due mazzi di carte, o meglio, pretende di voler fare il mazziere ed il giocatore insieme.
”Come sindaco della Città, sento il dovere di ringraziare l’operato delle forze dell’ordine (Polizia di Stato, carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili Urbani, Associazioni di volontariato) che si sono prodigate garantendo l’incolumità dei partecipanti per tutta la durata della manifestazione. Nessun incidente di alcune genere si è verificato.
Infine, nel difendere l’operato degli assessori ai quali ho affidato il mandato, nell’elogiare l’assessore al Turismo che ha ben operato, sento il bisogno di esprimere la mia profonda amarezza nel constatare l’altro grado d’intolleranza dimostrato da alcuni cittadini: la Notte Bianca è una sola, in tutto l’anno”.

LA DISCUSSIONE CONTINUERA’ IN CONSIGLIO COMUNALE

La Notte Bianca, che sta movimentando il mondo politico e turistico di Taormina, arriva in Consiglio comunale. Il Presidente, Giuseppe Composto, ha, infatti inserito, al primo punto, all’ordine del giorno della seduta fissata per giovedì 28 giugno la Mozione presentata dal consigliere Eugenio Raneri. Nel documento, il rappresentante della coalizione di maggioranza ha chiesto al primo cittadino di firmare la: “Revoca della delega, limitata al Turismo, all’assessore Salvo Cilona”. Raneri ha presentato, a proposito della Notte Bianca, un’articolata mozione “Aperta ad eventuali apporti, che non la stravolgano nella forma e nei contenuti, da parte di altri consiglieri comunali”. Secondo il consigliere Raneri: “L’iniziativa si è rilevata una scelta irreparabile, deplorevole, insensata e deleteria nei confronti della città, della sua tradizione, della sua cultura e della sua offerta turistica”. Una presa di posizione che ha già fatto registrare le reazioni del sindaco, Carmelantonio D’Agostino, e dell’assessore al Turismo, Salvo Cilona. Entrambi, con recenti dichiarazioni, hanno “difeso” la manifestazione anche se hanno ammesso la necessità di: “modifiche e migliorie”.
La mozione, comunque, darà l’avvio, in occasione della riunione del Consiglio comunale, ad un ampio dibattito sui risultati dell’operazione “Notte Bianca per il Cinema” che, con molta probabilità, riguarderà la programmazione di nuove proposte di promozione turistica e culturale.
Sempre a proposito dell’evento del 16 giugno scorso, il primo cittadino ha già avuto modo di ascoltare l’associazione albergatori che, come aveva già fatto, ha criticato l’iniziativa ma, nel contempo, ha chiesto al primo cittadino maggiore coinvolgimento su tutto quanto riguarda le attività che hanno a che vedere con il turismo cittadino. Nel corso dell’incontro, il riconfermato presidente degli albergatori taorminesi Giuseppe Trefiletti, ha presentato al primo cittadino il nuovo direttivo dell’Associazione.
Lunedì 25 giugno, invece, D’Agostino riceverà il presidente dell’Associazione Imprenditori, Franco Parisi. “Abbiamo già indicato la nostra posizione rispetto alla Notte Bianca con un documento notificato all’amministrazione comunale. Lunedì, invece, dopo aver analizzato la questione, ci porremo, nei confronti di Palazzo dei Giurati in posizione di collaborazione e di critica costruttiva”.

         

 

Leave a Response