Taormina. Cilona: “Il nostro mare gode di buona salute”

TAORMINA – “Non è vero che Taormina è stata bocciata dalla Fee, la Fondazione per l’educazione ambientale sullo stato di salute del mare. Non ha avuto la “bandiera blu” perché non ha partecipato alla selezione per il 2006. Tutto qui. Questo non vuol dire che il nostro mare e le nostre spiagge non sono in regola”. La dichiarazione è dell’assessore al Turismo del Comune, Salvo Cilona, a commento delle notizie riportate da alcuni giornali a seguito della pubblicazione dei risultati del “concorso” indetto, come ogni anno, dal Fee. “I giornali –dice Cilona- hanno parlato, esplicitamente, di una bocciatura di Taormina. Non è esatto ed intendiamo precisare. Non per fare polemica ma per sottolineare la verità”.
Secondo l’assessore, la procedura operativa che segue la Fee è chiarissima. Dice testualmente: “Ai comuni rivieraschi, con comprovata valenza turistica, Fee Italia invia il Questionario Bandiera Blu che dovrà tornare alla stessa completo in ogni sezione e corredato di tutti i supporti documentali richiesti”. La procedura precisa, inoltre: “Nel caso in cui un comune sia interessato a candidarsi e non avesse ricevuto il questionario può comunque richiederne l’invio di una copia o scaricarla per via telematica dal sito Internet dell’Associazione.  Abbiamo letto quanto scritto nel sito e tutto è chiaro. Per ottenere la bandiera Blu si deve partecipare ad un vero e proprio concorso”. Secondo la “Procedura FEE”: “L’elenco dei candidati selezionati dalla Commissione italiana, viene inviato al Coordinamento internazionale FEE, con sede in Danimarca, per il definitivo benestare. In questa fase il Coordinamento internazionale effettua verifiche a campione”.
Secondo Cilona: “La cosa più importante da sottolineare è quanto riportato al punto IV, della procedura, quella che riguarda la “valutazione finale”.  Il FEE –aggiunge Cilona- scrive esattamente così: “Tutto il lavoro svolto dalla Commissione Tecnica Giudicante, dal momento del suo insediamento e fino alla seduta conclusiva, viene documentato con elaborati cartacei. Vengono ritenuti “idonei” per il riconoscimento di “Bandiera blu”, e quindi per le successive fasi di verifiche suppletive da parte del Coordinamento Internazionale Fee e di controlli sul campo da parte di osservatori Fee Italia, i candidati che hanno raggiunto un voto complessivo non inferiore a quello predeterminato ad inizio lavori dalla Commissione Tecnica Giudicante”.
Secondo Palazzo dei Giurati, quindi, a proposito di Bandiera Blu, Taormina non è stata mai bocciata. “Semplicemente –dice il sindaco, Carmelantonio D’Agostino- non ha mai partecipato al concorso del FEE. Quando lo ha fatto, alcuni anni fa, ha ottenuto il riconoscimento che è sicuramente ambito. Siccome penso che la città abbia le carte in regola per avere riconoscimenti di questo genere, vuol dire che Taormina parteciperà alla selezione per il 2007. I termini per presentare la documentazione scadono il 31 dicembre. Voglio ricordare, comunque, che altre selezioni, effettuate, anche nel 2006, con sistemi diversi e pure con l’invio sui posti di mezzi di rilevazione, hanno accertato che il mare di Taormina è perfettamente balenabile, invitante e che l’offerta turistica a mare è apprezzabile. Certo, si può fare di più ma non è proprio vero che il mare di Taormina è stato bocciato”.

 

Leave a Response