18 neonati violentati sessualmente. A morte gli orchi

 LA NOTIZIA

I responsabili dell’Associazione Meter hanno scoperto due portali internet con immagini di 18 neonati (di pochi giorni di vita fino a 1-2 anni) violentati sessualmente da alcuni adulti. Sui siti, continuamente aggiornati, i cui provider sono in Paesi asiatici, le ultime foto arrivate sono di un pedofilo, che si firma ‘blacklover’ che ha inserito scatti di neonati di carnagione scura e di un altro che si firma ‘vostro amico’ che ha inserito l’immagine di una bambina imbavagliata con un cerotto, martoriata con numerose mollette da bucato in tutte le parti del corpo.

Una denuncia è stata presentata alla polizia postale di Catania. “La pratica è nota e conosciuta come ‘infantofilia’, ma stavolta – spiega don Fortunato Di Noto – abbiamo superato ogni limite. Le foto hanno anche la data: 2005 e 2006”.

Il sacerdote, in una nota, si dice “sconvolto dal contenuto del materiale denunciato. Una tendenza sempre più affermata nel mondo perverso della pedofilia. Bambini in tenerissima età, di pochi giorni che vengono violentati ed evidentemente non sappiamo di che nazionalità sono ed è difficile rintracciarli”.

LA RIFLESSIONE

Che dire? Le parole rimangono in gola e non riesci a gridare l’ira, lo sdegno, per questo delitto nei confronti dell’umanità. Che dire? Sono bestie?, no. Loro, gli animali, hanno un codice naturale perciò rispettosi… Ed allora? Non sappiamo definirli questi ”esseri”, che calpestano le cose pulite, i bambini,  fiori del Mondo. Ed allora gli orchi vanno rosolati sui carboni e poi gettati in una fogna per essere trasportati assieme alla melma verso il mare, negli abissi profondi. E qui per non morire da subito ma per agonizzare fino alla fine del tempo.

Leave a Response