Forza d’Agrò. Furto di rame, due in manette

FORZA D’AGRO’ – Avevano finto di essere dei dipendenti dell’Enel, ma in realtà erano dei ladri. A questa conclusione sono giunti i carabinieri della Compagnia di Taormina che hanno arrestato per furto di rame due persone residenti nel catanese. Le manette sono scattate ai polsi di Fabio e Gaetano D’Amico, rispettivamente di 27 e 34 anni. I due, nati e residenti a Catania, sono stati arrestati   subito dopo avere sottratto circa cento chilogrammi di cavi di rame da un deposito di proprietà dell’Enel, nel territorio di Forza D’Agrò. I carabinieri stavano effettuando un servizio di controllo de territorio quando hanno notato i due aggirarsi con fare sospetto nei pressi del deposito dell’Enel. I fratelli D’Amico indossavano tute da lavoro, ma questo non ha tratto in inganno i carabinieri che hanno deciso di effettuare un controllo accurato. Dagli accertamenti sarebbe emerso che i due non erano dipendenti dell’Enel né di ditte che hanno in subappalto lavori per conto della società elettrica nazionale. I fratelli D’Amico non hanno saputo fornire alcuna spiegazione sul possesso dei rotoli di rame che erano stati già caricati su un mezzo per farli sparire. Ma per entrambi sono scattate le manette con l’accusa di furto aggravato.

Leave a Response