S. Alessio. Elezioni: lo scontro sarà tra Fleres e Foti

S. ALESSIO SICULO – Tino Gussio getta la spugna: non sarà l’anti Foti alle prossime amministrative. Si fa strada la riproposizione del dottor Cetto Fleres, battuto da Gianni Foti alle amministrative del 2002 con uno scarto di meno di cento voti. Il cerchio non è chiuso e ci potrebbero essere sorprese nelle ultime ore.
Prima uscita ufficiale anche del gruppo di opinione “Per S. Alessio, solo per S. Alessio” che sta distribuendo in città una bozza di progetto che «vuole costituire la base di discussione e di confronto con altri gruppi».
Sette i punti salienti da portare a termine nel primo anno di amministrazione, con poca spesa e molto impegno. Il ripascimento della spiaggi; il castello, subito trovare un accordo col proprietario per consentirne la visita e nel lungo termine pensare alla sua acquisizione per ospitarvi il Museo del Mare; Villa Genovesi, demolire il vecchio fabbricato lato mare e costruirne uno nuovo a quattro elevazioni che possa ospitare biblioteca, Pro loco, sala convegni; riqualificazione del torrente Salice; cimitero, realizzare ampia area coperta davanti all’attuale ingresso e creare un nuovo ingresso nei pressi del sottopasso autostradale. Poi ci sono le grandi opere a lungo termine: ampliamento della scuola elementare di via Maresciallo Altadonna; recupero dell’ex scuola elementare di piazza Zappalà per ospitarvi il Municipio; il vecchio edificio del municipio dovrà diventare un centro culturale; realizzare immediatamente la zona artigianale di contrada Lacco; cittadella dello sport nei pressi del campo sportivo; recupero delle fornaci come memoria storica; spingere per lo svincolo autostradale della Valdagrò.

Leave a Response